“Grande Festa della Fragola dei Monti Lessini”

di admin
Dal 22 al 25 luglio a Cerro Veronese.

Stamattina al Palazzo Scaligero, l’assessore all’Agricoltura Luigi Frigotto ha presentato la seconda edizione della  “Grande Festa della Fragola dei Monti Lessini”, che avrà luogo dal 22 al 25 luglio a Cerro Veronese.
Erano presenti: l’assessore al Turismo e allo Sport Ruggero Pozzani, l’assessore alle Politiche di Bilancio Stefano Marcolini, il sindaco di Cerro Veronese Luca Scala e il presidente della Comunità montana Claudio Melotti. Per l’associazione culturale Contrada dei Miracoli sono intervenuti il presidente Daniele Scala e il direttore artistico degli spettacoli Daniele Bellorio.
Inoltre erano presenti  i rappresentanti dei produttori.
La manifestazione intende promuovere un tipico prodotto della coltivazione ortofrutticola, molto apprezzato su tutte le tavole, la cui produzione non deriva dalle coltivazioni di pianura, ma da quelle di montagna, rivitalizzando così l’economia agricola di queste zone con attenzione non solo alla produzione, ma anche alla popolazione, al territorio ed ai servizi collegati.
Il progetto, che incentiva la produzione alternativa dei piccoli frutti, è stato avviato inizialmente in cinque comuni della Lessinia: Bosco Chiesanuova, Cerro Veronese, Erbezzo, Grezzana e Roverè Veronese, con la partecipazione di alcune aziende interessate alla sperimentazione, a cui successivamente si sono aggiunti altri territori montani.
La coltivazione della fragola nella montagna veronese (600-900 metri slm) è in grado di fornire questo frutto al mercato da giugno a settembre, quando non è disponibile il prodotto di pianura.
Questa  produzione è iniziata e si è sviluppata anche grazie alla Provincia di Verona che ha partecipato ai progetti di avvio con contributi e con i propri tecnici dell’Istituto sperimentale di frutticoltura. Nell’anno 2003, da un originario progetto dell’APO (Associazione Produttori Ortofrutticoli) veronese, nasce il primo progetto sperimentale per la coltivazione delle fragole in Lessinia, al fine di raccogliere dati concreti sulle potenzialità qualitative ed economiche di questa coltivazione ortofrutticola. In seguito, nel 2006, promosso dalla Comunità Montana della Lessinia e sostenuto dalla Provincia di Verona e con la collaborazione della Coldiretti di Verona, è stato presentato il progetto “Fragole di montagna”, con l’obiettivo di riempire un vuoto produttivo nella coltivazione della fragola e saggiare le potenzialità produttive della montagna veronese.
Nelle giornate della manifestazione, verrà installato un grande palatenda delle dimensioni di 40×20 mt., circondato da bancarelle colorate per l’esposizione delle fragole, dei prodotti del sottobosco ed altri prodotti agricoli tipici della Lessinia.  Nelle mattinate del 23 e 24 luglio avrà luogo un mercatino di prodotti ortofrutticoli a “Kilometri Zero”, allestito in collaborazione con la Coldiretti di Verona, per permettere l’incontro diretto tra produttori e consumatori in un’atmosfera di convivialità e di festa.
Nella giornata di venerdì 23 luglio, verrà organizzato un convegno presso il teatro di Cerro Veronese con la presenza di esperti e tecnici del settore, in merito alle caratteristiche, i metodi di coltivazione e le potenzialità qualitative ed economiche  della fragola. Al convegno saranno inoltre presenti personalità del mondo agricolo e della politica.
Il programma della festa prevede varie attività tra cui spettacoli musicali, momenti di intrattenimento per bambini e diversamente abili, la corsa podistica non competitiva  “Fragolessinia march”, organizzata in collaborazione con la polisportiva Cerro e l’Unione marciatori veronesi, e  l’elezione di “Miss Fragola”.
Assessore Frigotto: “Grazie a questa manifestazione ho l’occasione di sottolineare quanto sia importante la coltivazione della fragola nel nostro territorio. Infatti la produzione veronese rappresenta il 20% delle fragole in commercio in Italia e l’80% delle fragole venete, inoltre la fragola della Lessina offre una valida alternativa colturale che rende più variegata la produzione in montagna. La coltivazione della fragola in Lessinia si è dimostrata un esperimento riuscito anche per merito della Provincia, che ha collaborato in progetti di ricerca mirati alla selezione di varietà che si adattino all’ambiente veronese, come ad esempio la fragola Irma, la varietà più coltivata attualmente. Considero estremamente importante valorizzare i prodotti tipici in relazione all’eccellenza del territorio da cui hanno origine, perciò questa festa rappresenta una  grande opportunità per la Lessinia e la sua fragola, la cui produzione raggiunge la quota di ben 3.000 quintali”.
Assessore Pozzani: “Mi fa piacere che questa festa ospiti il primo torneo di uno sport particolare come il rapid futbol, una specie di beach volley del calcio, in cui si gioca in due contro due. E’ interessante aver inserito nel programma un momento dedicato alla divulgazione di questa  questa divertente disciplina sportiva. Inoltre, come assessore al Turismo sono sempre favorevole a iniziative di promozione di prodotti enogastronomici che rappresentano uno dei settori di punta del turismo veronese e per questo vengono fortemente sostenuti dal mio assessorato. Per l’anno prossimo sarebbe interessante istituire un forum, tra le varie categorie che collaborano alla produzione della fragola, in cui poter confrontarsi per meglio promuovere questo valido prodotto”.
Sindaco Scala: “Il Comune ha molto a cuore la presentazione di questa iniziativa che permette di tenere alta l’attenzione sul prodotto e sui produttori. La fragola di montagna è stata protagonista del rilancio economico e turistico del nostro territorio, perciò è importante dedicarle un’occasione di festa, che prevede anche attività sportive e momenti di aggregazione e impegno sociali”.

Condividi ora!