Marmomacc, cultura e design al servizio delle imprese

di admin
La manifestazione in programma a Veronafiere dal 29 settembre al 2 ottobre 2010.

Presentati ieri sera alla Triennale di Milano i progetti e le iniziative della 45ª edizione di Marmomacc, la Mostra internazionale di marmi, pietre, design e tecnologie. A quattro mesi dall’apertura, iscrizioni in linea con il 2009 per la rassegna leader mondiale del comparto. Il vicepresidente vicario di Veronafiere Claudio Valente: «I grandi nomi dell’architettura mondiale per far conoscere questo materiale nei più importanti mercati».
La cultura al servizio dell’impresa. Per favorire la promozione del marmo e della pietra in tutto il mondo. Ieri sera, alla Triennale di Milano, sono state presentate le iniziative legate all’architettura e al design della 45ª edizione di Marmomacc (www.marmomacc.com), la Mostra internazionale di marmi, pietre, design e tecnologie in programma a Veronafiere dal 29 settembre al 2 ottobre prossimi.
Nella prestigiosa sede ambrosiana sono stati illustrati i numerosi appuntamenti della rassegna e i progetti  realizzati in marmo, risultato del lavoro di 15 designer di fama mondiale abbinati ad aziende partner, che si potranno ammirare nel corso della manifestazione sotto il marchio «Marmomacc meets Design».
Tra i progettisti, ha sottolineato il vicepresidente vicario di Veronafiere Claudio Valente, sono da segnalare alcuni grandi nomi del panorama internazionale: da Thomas Sandell a Patricia Urquiola, da Luca Scacchetti ad Aldo Cibic e Manuel Aires Mateus. «Negli ultimi anni», ha osservato Valente, «abbiamo cercato di modificare la visione prevalente di questo materiale, invitando i più famosi architetti italiani e internazionali che hanno fatto conoscere al pubblico le caratteristiche della pietra e del marmo, prodotti sani, naturali e sostenibili, ancora oggi ammirati dopo secoli. Attraverso mostre, convegni e pubblicazioni vogliamo offrire alle imprese nuove opportunità di mercato, accompagnandole anche sulle principali piazze internazionali, come gli Stati Uniti, il Brasile, l’India, l’area del Mediterraneo e il Medio Oriente».
Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato Beppe Finessi e Enrico Morteo, critici e storici del design, Riccardo Blumer, designer e docente universitario, e Theresa Mulloy, manager di Puglia Sprint, sono stati ricordati anche il Best Communicator Award (assegnato ai migliori stand espositivi), il Premio Tesi di laurea «Paesaggio, architettura e design litici» ideato ed organizzato da Veronafiere in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Verona (le cui iscrizioni scadono il prossimo 30 giugno), e la visita al prossimo Marmomacc dell’architetto statunitense di origini italiane Loretta Fulvio vicepresidente e senior interior designer dello studio Hks, che racconterà come il marmo, in gran parte italiano, sia diventato il protagonista nella costruzione del mitico Cowboys Stadium di Dallas.
La rassegna, che rappresenta un settore nazionale di circa 11mila imprese tra industriali ed artigiane, 60mila occupati e un volume d’affari di 3 miliardi di euro, lo scorso anno ha ospitato oltre 1500 espositori, il 49 per cento dei quali esteri, provenienti da 54 Paesi, ed accolto 53 mila visitatori professionali (da 130 nazioni) nei quattro giorni di manifestazione. «A quattro mesi dalla rassegna», ha commentato Valente, le iscrizioni sono in linea con il 2009. Nonostante le difficoltà dell’economia, le aziende continuano ad investire e a credere nella promozione».

Condividi ora!