“Porta la Sporta”, una borsa in tela per la spesa intelligente

di admin
Il Comune di Colognola ai Colli ne distribuisce 3.500 per eliminare la plastica.

Stamattina, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore all’Ambiente Fabio Venturi ha presentato l’iniziativa “Porta la Sporta”, promossa dal comune di Colognola ai Colli in collaborazione con la Provincia di Verona per la riduzione dei rifiuti.
Erano presenti, per il comune di Colognola ai Colli, il consigliere provinciale e sindaco Alberto Martelletto e l’assessore all’Ambiente Andrea Nogara. È  intervenuto inoltre il direttore del Consorzio Verona Due, Thomas Pandian.
Le 3.500 famiglie di Colognola ai Colli hanno ricevuto, in questi giorni, il giornalino comunale con allegata una borsa di tela in omaggio. L’iniziativa intende promuovere l’uso della borsa riutilizzabile in sostituzione di quella di plastica o della borsa monouso in generale. L’obiettivo è tenere alta l’attenzione della gente: occorre differenziare il più possibile i rifiuti e soprattutto prevenirne la produzione.
L’amministrazione comunale di Colognola vuole sensibilizzare i cittadini sulle tematiche ambientali anche a seguito dell’entrata a regime del nuovo servizio di raccolta rifiuti “Porta a Porta” che, partito lo scorso marzo, sta dando risultati veramente eccellenti: secondo il primo rendiconto del Consorzio Verona Due, i rifiuti differenziati nel comune sono l’81%.
La borsa di tela è il testimonial del nuovo stile EcoTrendy: portare il sacchetto di plastica, oltre a essere ecologicamente dannoso, è inesorabilmente “out”.
Assessore Venturi: “La Provincia ha sostenuto con entusiasmo questa lodevole iniziativa del Comune di Colognola ai Colli, ricordiamo anche che dal prossimo gennaio le vecchie borsine di plastica saranno bandite. È un idea sicuramente originale per proporre una spesa più intelligente, con meno produzione di rifiuti. In Italia su 31 milioni di tonnellate di spazzatura, 12 sono di imballaggi, che costituiscono però il 70% del volume e hanno i tempi di smaltimento più lunghi. Per il bene dell’ambiente non basta quindi il riciclo e il riuso: bisogna comprare meno rifiuti, per prevenirne la produzione”.
Sindaco Martelletto: “Ringrazio la Provincia per il contributo che ha fornito alla nostra iniziativa a sostegno dell’ecologia. Abbiamo voluto dare ai nostri concittadini il messaggio che il miglior rifiuto è senza dubbio quello prevenuto, non quello riciclato. La nostra amministrazione da tre mesi ha fatto anche partire il nuovo servizio di raccolta rifiuti “Porta a Porta”: in poco tempo abbiamo già ottenuto risultati straordinari, che hanno portato ad avere nel Comune l’81% di rifiuti differenziati”.
Pandian: “Questa campagna è molto importante per la tutela dell’ambiente e il nostro consorzio la promuove con orgoglio. È essenziale cercare di sensibilizzare in tutti i modi le persone a produrre meno rifiuti: pochi sanno che le borse di plastica possono durare anche centinaia di anni prima di decomporsi. Entro il prossimo anno volgiamo portare queste iniziative anche negli altri  35 comuni del veronese in cui operiamo”.

Condividi ora!