Valdo spumanti: fatturato in crescita dell’8%

di admin
Ricavi 2009 a 32,5 milioni di euro e primo nello Charmat Secco

L’azienda di Valdobbiadene raggiunge nel 2009 quota 8,2 milioni di
bottiglie, per un fatturato pari a 32,5 milioni. Export: +22% a valore sul
2008 e joint venture commerciale con il Gruppo Château Lafite Rotchshild per
la distribuzione dei prodotti Valdo Spumanti in USA. Germania e Inghilterra
i mercati esteri più performanti.
Valdobbiadene, 21 maggio 2010 – Con 8.2 milioni di bottiglie prodotte nel
2009, +7% rispetto al 2008, Valdo Spumanti – azienda fondata nel 1926 e di
proprietà della famiglia Bolla di Verona – conferma la sua posizione di
primo piano nei mercati di riferimento, con performance da leader in Italia
sia per il segmento del Prosecco, con una quota a valore del 16.6%, sia per
quello degli Spumanti Secchi, con una quota a valore del 9.7%.
Il fatturato 2009 cresce dell’8% e raggiunge quota 32.5 milioni, con un
EBITDA pari al 9%. Grande performance nel Canale Moderno, che cresce di un
18% a volume e di un 22% a valore, grazie anche al piano industriale di 1
milione di euro finalizzato al miglioramento dell’efficienza produttiva
dell’azienda e della qualità del prodotto.
Ottimi risultati anche per l’export, che rappresenta il 30% del fatturato
complessivo e registra una crescita del 22% a valore. I mercati più
importanti si confermano la Germania – bacino di riferimento storico
dell’azienda con una quota del 16,6% a valore e del 12% a volume – e
l’Inghilterra, che assorbe il 6% delle vendite di Prosecco di Valdobbiadene.
Nuovi scenari oltreoceano, soprattutto nel mercato americano e in quelli
emergenti come Cina e Giappone. Negli ultimi mesi del 2009 è stato concluso
un importante accordo di collaborazione con il Gruppo Chateau Lafite
Rothschild che riguarda la distribuzione dei prodotti Valdo negli Stati
Uniti attraverso la società Pasternak, oltre ad accordi di natura produttiva
e commerciale in Italia che si perfezioneranno nei prossimi mesi.
Si conferma dunque ancora una volta il dinamismo di Valdo Spumanti,
attraverso il riposizionamento verso l’alta gamma, la cura del territorio,
la scelta dei vigneti, importanti investimenti in tecnologia in cantina nei
processi di spumantizzazione e nella diversificazione delle linee di
prodotto, ha saputo consolidare la propria presenza sul mercato italiano e
potenziare progressivamente i volumi di export in oltre 30 Paesi.
"Il 2009 è stato un anno molto positivo – ha dichiarato Pierluigi Bolla,
Presidente di Valdo Spumanti – poiché, nonostante la diffusa crisi dei
consumi, abbiamo consolidato il trend di crescita e siamo riusciti a
conquistare il primato in Italia nelle vendite dello Charmat Secco, il
segmento più importante dell’intera categoria Spumanti. Un traguardo – ha
proseguito il Presidente – che apre nuove e interessanti opportunità di
sviluppo, consentendoci di guardare avanti e di investire sui valori
profondi della nostra cultura e della capacità di coniugare il patrimonio
storico del territorio con l’innovazione di prodotto. Per rafforzare in
ambito nazionale l’identità storica e territoriale del marchio e in risposta
all’introduzione del nuovo disciplinare ‘Conegliano Valdobbiadene Prosecco’
DOCG, nel mese di dicembre abbiamo lanciato la campagna stampa denominata
Superiori fino in Fondo."
Valdo Spumanti
Valdo Spumanti, nata nel 1926 e con headquarter a Valdobbiadene, vanta un
organico di 50 dipendenti, una superficie industriale di 20 mila metri
quadrati, 2 punti produttivi per vinificazione, imbottigliamento e logistica
e una superficie controllata di vigneti "Valdobbiadene Prosecco Superiore
docg" di 155 ettari. I canali distributivi di riferimento sono la GDO, in
cui primeggia il Marca Oro, e l’Ho.Re.Ca., con la Linea Prestigio.

Condividi ora!