“Voucher di cura”

di admin
Per cittadini in situazioni di disagio, richieste a partire da lunedì 26 aprile.

Torna anche quest’anno il progetto “voucher di cura”, promosso dall’Assessorato alle Pari opportunità del Comune  e rivolto ai cittadini residenti nel Comune di Verona che si trovano in una momentanea situazione di disagio o difficoltà. Le richieste per accedere al servizio si possono effettuare a partire da lunedì prossimo 26 aprile, fino al 14 maggio, allo Sportello Donna in Piazzetta Scala 2. “Si tratta di un sostegno concreto – spiega l’assessore Vittorio Di Dio – che consiste nell’opportunità di ottenere il rimborso delle spese di cura fino ad un massimo di mille euro, ed è rivolto a coloro che hanno una difficoltà temporanea nel conciliare compiti di assistenza, vita familiare e lavorativa. Nonostante la difficile congiuntura economica – aggiunge Di Dio – anche quest’anno l’Amministrazione comunale si è impegnata per garantire il servizio che, rispetto alla formula originaria, non è più rivolto solo alle donne con figli da 0 a 6 anni, ma anche a persone di sesso maschile, anziani non autosufficienti e disabili”. Per il 2010 l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione del progetto 22 voucher di cura, per una somma complessiva di 22 mila euro. Potranno farne richiesta i cittadini residenti nel Comune   di Verona con un ISEE compreso tra 0 e 25 mila euro, con esigenze di cura dettate dalle seguenti necessità: inserimento o reinserimento nel mercato di lavoro; fronteggiare un periodo di emergenza a causa dello stato di salute; frequenza di percorsi formativi, di orientamento al lavoro, tirocini, percorsi di studio o alfabetizzazione. Le domande saranno soddisfatte, fino ad esaurimento dei voucher disponibili, classificandole in ordine decrescente, secondo il punteggio ottenuto dall’utilizzo di specifiche griglie di valutazione.

Condividi ora!