Passante Nord

di admin
Collegio Garanti dichiara ammissibile quesito referendario n. 4. Sindaco Tosi: "Accoglieremo quesito senza ricorrere a dispendioso referendum (930.000 euro)"

Il Collegio dei Garanti del Comune di Verona ha esaminato i 5 quesiti referendari depositati il 9 febbraio scorso relativi al Passante Nord. Il Collegio ha dichiarato inammissibili i quesiti n, 1, 2, 3 e 5, dichiarando ammissibile il quesito n. 4 (“Volete che – anteriormente all’indizione della gara per aggiudicare i lavori – le possibili conseguenze sulla salute dei cittadini e sull’inquinamento atmosferico derivanti dalla realizzazione di un passante nord-traforo delle Torricelle vengano valutate da parte di una commissione di esperti indipendente e di alto profilo, con una spesa non superiore allo 0,03% dell’opera?”). Il Sindaco Flavio Tosi rende noto che l’Amministrazione Comunale accoglierà lo spirito della richiesta del Comitato dei promotori dichiarata ammissibile senza dover ricorrere a un referendum che costerebbe alla città 930.000 euro. “Poiché il quesito non riguarda – afferma Tosi – la realizzazione dell’opera in quanto tale, ma solo le possibili conseguenze da essa derivanti per la salute dei cittadini veronesi che l’Amministrazione comunale non ha certamente meno a cuore dei promotori, chiederemo a un organo indipendente di valutare il possibile inquinamento derivante dal Passante Nord, magari comparandolo all’inquinamento non possibile ma già esistente derivante dal traffico nella zona delle Torricelle e del Teatro Romano”.

Condividi ora!