Segue dall’articolo: Profumo alla resa delle Fondazioni!

di admin
Perché invece di pensare ad accentrare il potere a Milano non si creano aree e macro aree ( tenuto conto della loro potente omogeneità socio-economica) e si lascia a queste aree la responsabilità operativa dentro certi obblighi e indirizzi e con una ampia autonomia patrimoniale correlata agli obblighi della Vigilanza?

Perché non si chiude la vicenda (gli aggettivi qualificativi li lascio alla fantasia del  lettore)  di Mediobanca e perché  non si pensa ad aggregare in Unicredit, Mediobanca, rendendo così  lineari e palesi  tutti quegli intrecci esistenti di quote  tra società di una e dell’altro Gruppo. Sarebbero più chiare le strategie di una entità che non  può giocare col  futuro del Paese e che non  può essere nelle mani di un solo regista. Troppi interessi e troppe  persone (novelli dei in terra?) sono in ballo. Le regole morali sono troppo deboli ed evanescenti ed usate spesso prevalentemente per ragioni  di marketing  (quelle giuridiche, in Italia, sono  da tempo forti solo con i deboli).Le  superpotenti autorità  dovrebbero intervenire per fare chiarezza. Il timore è che invece annichiliscano al cospetto o si defilino dall’esame del  progetto!
Sembrerà strano, ma crediamo che prima si definirà chi va a comandare alle Generali-Mediobanca, e prima avremo la risposta di cosa farà UniCredit a Verona. E’  tutto un  sistema che si tiene legato, tutto dipenderà dai nuovi equilibri..
Se all’Italia occorre una banca di dimensioni  globali (e la storia italica di banchieri può insegnare molto al mondo) si faccia. Se Unicredito è stata a ciò deputata dalle autorità e dai singoli azionisti bene, ma senza perdere di vista i cardini di come si fa banca e su quali  montanti poggiano questi cardini. Altre banche non si sono impelagate  in percorsi espansionistici, avranno sbagliato in altre condotte, ma hanno saggiamente mantenuto la presenza ben ancorata al  territorio   strutturandosi  sui  punti di forza e non  distraendo  gli azionisti  con  effetti  pirotecnici  che dopo aver fatto sbalordire ora stanno mettendo a repentaglio la vita di una intera comunità e costringendo  con le pezze al sedere  Fondazioni, piccoli azionisti , piccoli imprenditori.

Condividi ora!