Progetto “Giovani Valori” contro incidenti stradali e abuso di sostanze

di admin
Nasce il portale per i giovani in sinergia tra Province di Verona e Vicenza. Coinvolti 25 comuni veronesi.

Oggi, al Palazzo Scaligero, l’assessore alle Politiche giovanili Marco Luciani ha presentato il progetto “Giovani Valori”, un nuovo portale internet dedicato ai temi della sicurezza e della legalità. Il sito traccerà una nuova linea d’azione per le giovani generazioni all’insegna di “informazione”, “accesso” e “partecipazione”. Sono coinvolti 25 comuni veronesi.
Erano presenti Andrea Pellizzari, assessore alle Politiche giovanili della Provincia di Vicenza, Alberto Serafin, project manager, Ferruccio Gaspari, coordinatore del progetto e Lorenzo Marinoni, referente del progetto per la Provincia di Verona.
Il progetto “Giovani Valori” è promosso dall’Unione delle Province Italiane e finanziato dal Ministero della Gioventù. La Provincia di Vicenza è ente capofila e lavora in collaborazione con la Provincia di Verona e il Comune di Vicenza.
Il portalewww.provinciagiovane.net nasce dalla necessità di creare una rete di Amministrazioni Pubbliche solidali nella lotta contro gli incidenti stradali e l’abuso di sostanze che ne aumentano il rischio. Il sito si pone come vero e proprio riferimento interprovinciale in materia di sicurezza, cultura della legalità e ‘promozione dell’agio’ giovanile, che sostanzia la reale intenzione di fare sistema su questi temi. La navigazione, studiata per favorire la massima accessibilità ai contenuti da parte del visitatore, è implementata con una serie di strumenti già ampiamente in uso tra i giovani utenti del web e che consentono un accesso rapido, diretto e intuitivo a tutti i contenuti (mappe e elenchi geolocalizzati, canale RSS, nuvole di TAG, calendario eventi). Parte fondamentale del portale è costituita da strumenti dedicati al dialogo, al confronto e alla condivisione di informazioni e esperienze: forum, blog, area sondaggi.
Tutte le sezioni di community del portale saranno utilizzate anche per incoraggiare la riflessione sul tema delle campagne di comunicazione promosse dalle Pubbliche Amministrazioni in tema di sicurezza e dipendenze: oltre ai consueti strumenti di dialogo, si intende utilizzare un questionario compilabile online. Le domande rivolte ai ragazzi sono focalizzate in particolare su comunicazione e media, al fine di identificare con maggiore chiarezza quali sono canali e modalità più adatti a creare una connessione concreta con il mondo giovanile e riuscire, in seguito, a progettare azioni comunicative mirate e ottimali.
Il portale costituisce anche un fondamentale supporto per l’attivazione di un processo di e-democracy nei confronti della comunità giovanile locale. L’idea è quella di supportare i giovani a divenire protagonisti responsabili del proprio avvenire, coinvolgendoli in un processo di compartecipazione nella creazione di una comunicazione sociale sul tema sicurezza che li vedrà, alla fine, beneficiari. I risultati della discussione via web costituiranno, infatti, la base per la realizzazione di un bando di concorso rivolto alle giovani imprese creative del territorio. A queste si chiederà, nell’ottica di sostegno e di promozione della creatività giovanile, di sviluppare un piano di comunicazione sociale integrato che tenga conto di ciò che è emerso dall’indagine e dal confronto sul web. Il piano selezionato sarà attuato nella rete, a testare sul campo l’efficacia delle metodologie di partecipazione adottate.
Marco Luciani: “Il progetto unisce la provincia Est di Verona e quella Ovest di Vicenza, abbattendo le inutili barriere del campanilismo. Con il portale interamente dedicato ai giovani delle due province venete, si vuole dare uno strumento di grande valore che duri anche dopo lo scadere del Progetto stesso. Verranno effettuate indagini e redatti questionari, rivolti ai ragazzi dai 15 ai 35 anni, per analizzare statisticamente i dati riguardanti l’uso e all’abuso di alcol e di sostanze stupefacenti. Ancora una volta, siamo in prima linea per assicurare ai nostri ragazzi un futuro migliore, insegnando loro ad aprirsi e manifestare il proprio disagio”.
Andrea Pellizzari: “Le statistiche parlano di un elevato tasso di incidenti dovuti all’abuso di alcol e di droghe, sia nella provincia di Verona che in quella di Vicenza. Tali abusi sono delle vere e proprie piaghe delle quali è necessario prendere conoscenza. Grazie al portale si vuole svolgere un difficile lavoro di convincimento dei giovani, senza ottenere l’effetto emulativo contrario. Il lavoro svolto dalle due provincie denota una importante sinergia ed una trazione integrale, con l’equa partecipazione di tutti gli enti, sia vicentini che veronesi”.
Alberto Serafin: “Il sito sarà in completa filosofia del web 2.0, implicando così condivisione e partecipazione degli utenti: saranno predisposti un forum, nel quale i giovani potranno scambiarsi le proprie opinioni e sondaggi, per avere riscontri effettivi sulle maggiori problematiche dei giovani”.

Condividi ora!