Siglato un protocollo sulla sicurezza tra Regione e Provincia

di admin
Stanziati 504 mila euro per Polizia provinciale, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Questura.

Un protocollo d’intesa per garantire maggior sicurezza sul territorio veronese con l’acquisto di nuove dotazioni e nuovi mezzi è stato siglato stamattina dal presidente Giovanni Miozzi con l’assessore regionale alla Sicurezza a Palazzo Balbi, Venezia, sede della Regione del Veneto.
La Provincia di Verona ha definito con la Regione del Veneto un piano progettuale di azioni per un importo complessivo di 504.000 euro, di cui 24.000 provenienti dal  bilancio provinciale. Le aree di intervento riguarderanno il potenziamento delle attività svolte da tutti i corpi di vigilanza e sicurezza. Per il Corpo di Polizia Provinciale i fondi stanziati saranno destinati all’implementazione dei servizi di vigilanza e controllo strade, all’ammodernamento dei dispositivi di protezione individuale e alla promozione di corsi di formazione altamente specialistici, nonché al recupero dell’attuale sede del Comando. Per l’Arma dei Carabinieri si provvederà invece all’implementazione dell’attuale parco veicoli in dotazione e alla riallocazione delle camere di sicurezza. Per la Guardia di Finanza inoltre si interverrà sul parco veicoli, sulle strumentazioni elettroniche e informatiche. Infine, per la Questura verranno potenziate la sala operativa, le strumentazioni e le difese passive della sede.
Giovanni Miozzi: “Con la firma di questo protocollo, ancora una volta, la Provincia e la Regione attestano la capacità di operare con una proficua sinergia quando si tratta di garantire la sicurezza dei cittadini, impegnandosi concretamente in iniziative coordinate. Lavoreremo con assiduità e impegno per portare a termine entro il 30 settembre gli accordi del patto sottoscritto. Un grazie va rivolto ovviamente all’assessore regionale alla Sicurezza che ha testimoniato ancora una volta attenzione per le richieste e le istanze del territorio.”
 
Per il presidente l’esperienza dei patti per la sicurezza si conferma una scelta vincente della Regione del Veneto, sia perché vengono messe a disposizione importanti risorse sia perché si promuovono iniziative di coordinamento fra chi è quotidianamente impegnato nella tutela della sicurezza dei cittadini.
Giovanni Miozzi: “Condivido naturalmente la scelta dell’assessore regionale alla Sicurezza di indirizzare finanziamenti principalmente alle progettualità che permettono di fare sistema e che sono state condivise nei tavoli di confronto fra gli enti locali in una logica di prevenzione e di presidio”.
La Regione provvederà ad erogare il contributo previsto per Verona con le seguenti modalità: il 60 per cento del finanziamento dopo l’approvazione da parte nostra del piano progettuale di azione; il 40 per cento a seguito della concreta realizzazione di tale piano.

Condividi ora!