Montanari: nuovo indirizzo e nuovi finanziamenti di Provincia e Regione

di admin
Luciani: “430 mila euro per ammodernamento e messa a norma”.

Oggi, presso il liceo Montanari, l’assessore all’Istruzione Marco Luciani ha spiegato il percorso  didattico del nuovo liceo musicale istituito la scorsa settimana dal ministero della Pubblica Istruzione. L’assessore ha inoltre anticipato che l’ammontare della cifra stanziata da Provincia e Regione del Veneto per finanziare i lavori di ammodernamento e messa a norma delle strutture sarà di 430 mila euro. Infine ha ricordato la tempistica per le iscrizioni.
Erano presenti Giovanni Pontara, per l’Ufficio scolastico provinciale di Verona, Stefano Quaglia, per l’Ufficio scolastico regionale, il vicepreside del liceo Montanari, Sergio Spiazzi e il direttore del Conservatorio Dall’Abaco, Ward Hugh Perkins.
Venerdì 26 marzo sarà il termine ultimo per presentare le iscrizioni alla prima classe del liceo musicale. Qualora, a causa dell’incertezza, fossero stati prescelti altri indirizzi, la scelta definitiva può essere modificata direttamente presso la segreteria della scuola media di appartenenza. Se, invece, la scuola media avesse già inoltrato alle scuole superiori le domande di iscrizione, è possibile ancora modificare la scelta e autorizzare il dirigente della scuola superiore a inviare per competenza al Montanari l’iscrizione al liceo musicale.
Marco Lucani: “Con il presidente Miozzi abbiamo lavorato molto, in sinergia con le amministrazioni locali e regionali, per fare in modo che Verona avesse un liceo musicale a partire dall’anno scolastico 2010/2011. Siamo pertanto soddisfatti di aver convinto il ministro Gelmini a inserire la nostra città nella rete dei licei musicali. Un grazie, ovviamente, va indirizzato all’assessore regionale all’Istruzione che ha “combattuto” al nostro fianco. Ora ci impegneremo ulteriormente per fornire un programma didattico alla nuova realtà formativa. Le lezioni si terranno a Palazzo Ridolfi, sede distaccata del Montanari. A partire dal prossimo giugno inizieranno invece i lavori, presso la sede centrale, per sistemare le aree esterne e ottenere il Certificato Prevenzione Incendi voluto dalla Regione del Veneto”.
Stefano Quaglia: “ Il Veneto è la regione con il più alto numero di conservatori in Italia, ben sette: abbiamo quindi una forte tradizione musicale. Per non depauperare tale incredibile patrimonio artistico, dobbiamo creare strutture di qualità, sia per quanto riguarda l’organizzazione, sia per gli insegnamenti e il livello dei docenti. Per questo lavoreremo molto in collaborazione con i conservatori presenti sul territorio. Il nuovo liceo musicale dovrà costituire una rampa di lancio per i ragazzi che lo sceglieranno”.
Giovanni Pontara: “Il nuovo corso di studi prevede, oltre agli insegnamenti musicali, l’insegnamento delle classiche discipline liceali che dovranno concorrere ad una completa formazione culturale degli studenti”.

Condividi ora!