Vacanze, coupon, circuiti timeshare, multiproprietà: boom di denunce

di admin
Federcontribuenti segnala i pericoli per l’acquisto delle cosiddette “Multiproprietà” e dei “Soggiorni Vacanza Gratuiti”… Fate attenzione, la fregatura è dietro l’angolo.

Dopo i raggiri delle false multiproprietà ora va alla grande la falsa vacanza a basso costo. Raggiri compiuti da società senza scrupoli a danno di chi si fida delle apparenti vantaggiose offerte, ora sfociano in una pioggia di denunce.  Ingannare il cliente non è così poi difficile. Violando la normativa sulla privacy, queste società riescono ad avere i nominativi e riferimenti utili allo scopo, di utenti appartenenti al target di loro interesse. Un call center contatta il futuro cliente, e lo in invita a partecipare a un incontro informativo, senza impegno, che avviene presso un albergo di buon livello, dove vengono offerti aperitivi e molto molto fumo negli occhi.  Il mal capitato viene ingolosito da misteriose e affascinanti multiproprietà in luoghi paradisiaci, all’estero,  acquistabili con un pugno di dollari ( si fa per dire). E poi vacanze gratis a vita. Non è difficile far intravedere un’opportunità straordinaria. Ma in effetti non si acquista un immobile di cui si può usufruire in un certo periodo dell’anno, come del resto si prospetta in questi incontri. Non esistono reali passaggi di proprietà ma l’affare consiste in effetti solo nella vendita a caro prezzo di un periodo in cui l’utente avrebbe a disposizione quell’immobile, in sostanza si tratta di un affitto a vita pagato anticipatamente.  Ma si può andare tutta la vita nello stesso luogo e nello stesso periodo? No di certo. Allora c’è la soluzione. Si possono interscambiare i periodi di vacanza e le diverse località. Così nascono i circuiti di scambio, timeshare, sempre a carissimo prezzo naturalmente. L’utente si impegna a pagare una somma all’anno ( circa € 5000) , a vita,  per poter usufruire di questa possibilità. Ma quando il povero utente, ormai dissanguato, si rende conto che con le cifre pagate avrebbe potuto acquistare un intero immobile in modo tradizionale, con regolare contratto di vendita, ormai è tardi. Lacci e lacciuoli tengono imprigionato il cliente. Ora dopo anni di questi falsi acquisti la gente denuncia. Ma a volte il rimedio è peggiore della malattia. Nascono strane associazioni che promettono la luna dietro il solo pagamento di una tessera di adesione a una certa associazione,  promettono class action, ma i frutti sono invisibili. Federcontribuenti da anni si batte per risolvere le truffe e in collaborazioni con validi avvocati esperti nella materia, ha ottenuto risultati apprezzabili.
Ma la vicenda delle multiproprietà è stata solo una delle truffe in cui molte persone si sono imbattute. Un’altra bella gabola sono le vacanze offerte da attività promozionali, ossia buoni promozionali validi per beneficiare di soggiorni-vacanza gratuiti, offerti da diverse aziende a scopo di incentivo o premio. Gratuiti?  Il buono ricevuto in tale occasione ometterebbe alcune informazioni essenziali sui limiti a cui è soggetta la possibilità di usufruire dei soggiorni-vacanza, nonché sui costi posti a carico dei consumatori che richiedono l’invio del catalogo illustrativo degli stessi per poter scegliere la località.  Va premesso che il consumatore deve anticipare i costi per l’invio del catalogo e dai voucher necessari per usufruire della vacanza. Solo una volta ottenuto il catalogo illustrativo, gli utenti vengono a sapere che la gratuità dei soggiorni riguarda solo il pernottamento presso le strutture turistiche pubblicizzate nel catalogo, mentre sarebbe obbligatorio il pagamento della mezza pensione, anche se non vengono consumati i pasti, e che in queste strutture turistiche non è possibile usufruire di tali soggiorni-vacanza nei periodi festivi e in alta stagione.  Occhio alle truffe, prima di sottoscrivere un contratto e sborsare denaro contatta la sede di Federcobntribuenti.

Condividi ora!