Scambi culturali ed economici: ad aprile i primi risultati della missione veronese a Cracovia

di admin
La missione a Cracovia ha ottenuto i primi risultati.

Ad aprile don Flavio Bertoldi, delegato del Vescovo e direttore dell’Ufficio pastorale sport, tornerà nella città polacca per definire i progetti abbozzati nella visita avvenuta dal 5 all’8 marzo che ha visto protagonisti la Curia, la Provincia rappresentata dal presidente Giovanni Miozzi, e una ventina di sindaci ed imprenditori del territorio veronese, tra i quali Carlo Veronesi e Luciano Avesani.
La delegazione è stata accolta prima dal Cardinale di Cracovia, Mons. Stanislao Dziwisz, per più di trent’anni segretario di Papa Giovanni Paolo II, poi da Elisabetta Lecznarowicz, Deputato Maggiore della città.
Il 25 aprile sarà la volta di un gruppo di 30 sportivi della Montefortiana, che si recheranno a Cracovia per partecipare alla marcia internazionale della città.
Ad accompagnarli ci sarà Don Bertoldì, che inviterà a Verona gli amministratori di Cracovia e discuterà con essi i dettagli per una nuova iniziativa in terra polacca da parte di una delegazione veronese. Il progetto in via di definizione prevede ad agosto la presenza a Cracovia di diversi operatori del settore agroalimentare scaligero che presenteranno i prodotti tipici veronesi. Capofila dell’iniziativa sarà l’Ente Fiera di Isola della Scala, presieduto dal dott. Massimo Gazzani.
Miozzi: “Cracovia rappresenta un’occasione straordinaria per il territorio veronese. Lo spirito imprenditoriale e l’ospitalità sono simili ai nostri e questo ha semplificato e semplificherà progetti economici e culturali comuni volti ad intensificare gli scambi di idee e prodotti tra la nostra e la loro provincia. Ritengo tale iniziativa particolarmente importante perché, al pari di altre intraprese dalla Provincia, può stimolare nuove occasioni di lavoro in un momento di necessità occupazionale. Far conoscere la Provincia di Verona attraverso le tipicità della nostra produzione agroalimentare è certamente il primo importante passo per intrecciare scambi commerciali. Del resto la scommessa che Verona vuole vincere è proprio l’internazionalizzazione”.
Don Bertoldi: “Questa “Missione” ha fatto scoprire a tutti noi quanto sia valido conoscersi e apprezzarsi vicendevolmente. Anche attraverso queste esperienze la Chiesa di Verona e la Provincia desiderano continuare a rapportarsi in un dialogo aperto e costante per una fattiva collaborazione a beneficio della città.”

Condividi ora!