Cessione del “Due Torri”, gli albergatori Confcommercio: “Verona ha bisogno di grandi eventi, ma i prezzi degli hotel non sono eccessivi”

di admin
Due Torri, Olivieri: “Verona ha bisogno di grandi eventi, ma le difficoltà del ricettivo non sono causate da prezzi troppo alti”.

Il cambio di gestione del Due Torri hotel Baglioni deve far riflettere sulla necessità di implementare una strategia in grado di aumentare ulteriormente l’appetibilità della città  in chiave turistica evitando però sterili polemiche sul presunto “caro-alberghi”: lo sostiene Bepino Olivieri, vicepresidente provinciale dell’associazione albergatori di Verona e provincia aderente a Confcommercio, di cui è referente per il Centro storico.
“Il passaggio di mano del Due Torri, generato dalla difficile situazione economica generale – sottolinea Olivieri – evidenzia la necessità di approntare grandi eventi sul territorio  e promuoverli adeguatamente. Verona non deve adagiarsi sugli allori e pensare di poter vivere di rendita per la felice posizione geografica, la sua storia, il mito di Giulietta e Romeo; pubblico e privato, insieme, sono chiamati a creare le condizioni per una nuova strategia capace di esprimere appuntamenti di richiamo che non debbono però essere un pretesto per costruire nuovi hotel, come avvenuto con i mondiali del 1990, ma piuttosto per migliorare le strutture esistenti favorendone l’ampliamento e l’ammodernamento in un’ottica di economia di scala. Noi operatori ci aspettiamo molto anche dal convention bureau, la recente struttura creata per incentivare il turismo congressuale”.
Olivieri però non accetta l’accusa secondo cui il calo di turisti sia da imputare a tariffe alberghiere troppo alte: “Basta accedere ai siti internet di prenotazione alberghiera per rendersi conto che non è affatto così. Una flessione di arrivi e presenze è peraltro comune a tutte le maggiori destinazioni turistiche, italiane e non, a causa della crisi”.
Per il vicepresidente degli albergatori della Confcommercio veronese, infine, “va avviata una seria lotta all’abusivismo, vera spina nel fianco delle imprese regolari”.

Condividi ora!