Pietra naturale, Marmomac in “missione” a Chicago

di Matteo Scolari
Dal 14 al 16 maggio è in programma la visita commerciale organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-americana del Midwest che farà incontrare 12 aziende con i più famosi studi di architettura e interior design del Nord America.

Marmomac incontra la “Città degli architetti”. Dal 14 al 16 maggio, il salone internazionale di Veronafiere dedicato alla pietra naturale è in missione a Chicago.
La terza metropoli più popolosa degli Stati Uniti, infatti, oltre che per il clima ventoso e i 325 grattacieli che delineano il suo skyline, è conosciuta per la presenza dei più famosi studi di architettura.
Per questo Marmomac ha scelto di accompagnare a Chicago una delegazione di 12 aziende del marmo: 10 italiane e 2 portoghesi. L’obiettivo è metterle in contatto con architetti, interior designer e contractor, per trovare nuove opportunità di impiego del materiale lapideo nei grandi progetti di costruzione e nel settore del lusso.

La selezione di imprese guidata da Marmomac è formata da BG Basaltite (Italia, Viterbo) Marmi Scala (Italia, Verona), Porfido Trentino (Italia, Trento), Athena Marmi (Italia, Vicenza), Agglotech (Italia, Verona), Marmobon-Domos (Italia, Verona), Cancian Pavimenti (Italia, Verona), Antolini Luigi & C. (Italia, Verona), Moca Stone (Portogallo), Granumlux (Portogallo), Ionia Pietre (Italia, Verona) e Nikolaus Bagnara (Italia, Verona).

Da domani e per tre giornate, questa squadra di top-player della pietra naturale è impegnata in una fitta agenda di incontri b2b con 30 tra i più rinomati studi di architettura e design di Chicago. Tra questi Skidmore Owings & Merrill, Lamar Johnson Collaborative e Aria Group, alcune tra le realtà più importanti al mondo. Si tratta di un programma di appuntamenti messo a punto da Veronafiere-Marmomac in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-americana del Midwest.

La scelta della città conferma la rilevanza strategica degli Stati Uniti per il prodotto marmo, in particolare per quello made in Italy: grazie a 227,6 milioni di euro di import nel primo semestre 2023 (ultimo dato disponibile, fonte Centro Studi Confindustria Marmomacchine), gli USA rappresentano il primo mercato di destinazione per le lastre e i materiali lavorati italiani.

«Questa iniziativa – spiega Raul Barbieri, direttore commerciale di Veronafiere – conferma la centralità di Marmomac nella promozione del marmo sul palcoscenico delle principali piazze internazionali. Abbiamo scelto Chicago per la sua reputazione globale come centro di eccellenza nel campo dell’architettura moderna e del design. Il contatto con i migliori professionisti locali in questi due settori rappresenta per le aziende una straordinaria opportunità non soltanto per il mercato del Nord America, ma anche per aprire possibilità a nuove collaborazioni in altre aree del mondo in cui operano questi studi».

Raul Barbieri, direttore commerciale di Veronafiere.
Raul Barbieri, direttore commerciale di Veronafiere.

La missione commerciale a Chicago rappresenta una tappa di avvicinamento a Marmomac 2024, in programma dal 24 al 27 settembre alla Fiera di Verona (www.marmomac.com). L’ultima edizione della manifestazione, la numero 57, ha registrato la presenza di 1.507 aziende espositrici da 54 paesi e oltre 51mila operatori professionali, di cui il 66% esteri da 138 nazioni; tra questi, 1.895 provenivano dagli Stati Uniti.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!