Fondazione Cariverona, nominati quattro nuovi consiglieri generali

di Matteo Scolari
Nella seduta di venerdì 19 aprile, il Consiglio generale, su proposta del presidente Bruno Giordano, ha allargato il consiglio a quattro nuovi membri.

Fondazione Cariverona ha annunciato l’ingresso di quattro nuovi consiglieri generali nel suo Consiglio. La decisione, presa nella seduta di venerdì 19 aprile su proposta del presidente Bruno Giordano, riflette un rinnovamento significativo nella composizione del board.

I nuovi membri, designati dai sindaci delle rispettive città, sono figure di spicco nei loro ambiti professionali e regionali. Tra loro figura Stefania Gorbi, nominata dal sindaco di Ancona, che porta con sé un ricco background accademico e professionale nel campo della biologia marina. Professoressa associata presso l’Università Politecnica delle Marche, Gorbi è anche responsabile del Laboratorio di Ecotossicologia e Chimica ambientale, oltre ad essere una voce attiva nel campo della ricerca scientifica e della sostenibilità.

Da Belluno, Elisa Platini porta un’impronta distintiva nel settore amministrativo e nel volontariato, evidenziando l’importanza di un approccio umanistico e comunitario nel lavoro di Fondazione Cariverona. La sua carriera include ruoli di leadership in diverse aziende e un impegno costante nel sostegno ai malati gravi e alle loro famiglie.

Paolo Braguzzi, proveniente da Mantova, offre al Consiglio una profonda esperienza nel settore della cosmetica e una visione strategica acquisita in vari ruoli dirigenziali, incluso quello di CEO per il gruppo Davines. La sua esperienza sarà cruciale per guidare la Fondazione verso nuovi orizzonti di crescita e innovazione.

Infine, Agostino Bonomo rappresenta Vicenza con un profilo eclettico che spazia dall’odontotecnica alla panificazione, passando per un impegno significativo nel settore artigiano e nella formazione professionale. La sua lunga carriera in Confartigianato Imprese testimonia l’impegno verso il miglioramento e la digitalizzazione del settore artigianale.

Queste nuove nomine non solo rafforzano il Consiglio generale di Fondazione Cariverona con competenze diversificate, ma segnano anche un passo avanti nel sostegno e nella promozione di iniziative culturali, scientifiche ed economiche nel Veneto e oltre. L’arrivo di questi nuovi membri promette di portare nuove idee e prospettive all’attività della Fondazione, contribuendo a modellare un futuro più innovativo e inclusivo.

Condividi ora!