Papa a Verona, Don Luca Passarini: «Occasione per accendere i riflettori su temi complessi»

di Valentina Ceriani
Nella puntata speciale di Focus Verona Economia dedicata all'arrivo del Papa a Verona, è intervenuto anche don Luca Passarini, responsabile Comunicazione della Diocesi, che ci dato alcune anticipazioni interessanti.

La città di Verona è in fermento mentre si avvicina il grande giorno: la visita di Papa Francesco il prossimo 18 maggio. In questo contesto, Don Luca Passarini, responsabile della Comunicazione della Diocesi di Verona, è intervenuto ai nostri microfoni nel corso della trasmissione Focus Verona Economia per esaminare da vicino i preparativi e il significato di questa visita storica.

Don Luca Passarini ha condiviso dettagli e prospettive sulla giornata che si avvicina. Con un mese esatto alla visita, i preparativi sono infatti in pieno svolgimento e l’intera città è coinvolta nell’organizzazione di un’accoglienza calorosa e significativa per il Santo Padre.

Don Passarini ha poi fatto una riflessione sull’aspetto simbolico e storico di questa visita e sulla rilevanza di Verona come luogo di incontro per tre Papi consecutivi (San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Papa Francesco). Questo evento non solo richiama l’attenzione della comunità cattolica, ma anche di tutta la città, evidenziando l’importanza di un momento che va al di là delle divisioni religiose e abbraccia l’intera comunità veronese.

Nel corso dell’intervista, Don Passarini ha poi condiviso i dettagli del programma della visita, dalla prima tappa a San Zeno, dove Papa Francesco incontrerà i più giovani, fino alla grande celebrazione allo stadio Bentegodi, passando dall’Arena di Pace al carcere di Montorio. Ogni tappa è studiata per riflettere i valori di giustizia e pace che il Santo Padre intende portare avanti, coinvolgendo diverse fasce della società veronese, dai detenuti ai giovani, dai religiosi alle famiglie.

Ma oltre alle celebrazioni e agli incontri, c’è anche un lavoro frenetico dietro le quinte per garantire la sicurezza e il buon svolgimento dell’evento. Don Passarini ha infine sottolineato l’importanza della collaborazione tra le varie istituzioni e l’impegno di tutti coloro che lavorano dietro le quinte per rendere questa giornata memorabile.

Condividi ora!