Intesa Sanpaolo, l’utile netto vola a 7,7 miliardi di euro

di Matteo Scolari
Diffusi i dati di bilancio al 31 dicembre 2023. Per la banca presieduta da Gian Maria Gros-Pietro dividendi complessivi pari a 5,4 miliardi.

Il Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo ha approvato a fine febbraio i risultati finanziari definitivi per l’anno conclusosi il 31 dicembre 2023, segnando un momento storico per l’istituto con un utile netto senza precedenti. La Capogruppo ha registrato un utile netto di 7.292 milioni di euro, con un incremento significativo rispetto ai 4.284 milioni di euro del 2022. A livello consolidato, l’utile netto ha raggiunto i 7.724 milioni di euro, superando i 4.379 milioni di euro dell’anno precedente.

In linea con questi risultati, Intesa Sanpaolo ha annunciato una proposta di distribuzione cash di dividendi pari a 15,20 centesimi di euro per azione, al lordo delle ritenute di legge, come saldo dividendi per il 2023. Questa proposta rappresenta una parte del totale di 5.407.970.787,35 euro destinati alla distribuzione agli azionisti, basandosi su un payout ratio del 70% dell’utile netto consolidato. Dopo aver già pagato un acconto sui dividendi a novembre dell’anno precedente, la proposta di saldo porta a una distribuzione complessiva di 2.778.985.446,33 euro.

La distribuzione di dividendi, se approvata dall’Assemblea ordinaria prevista per il 24 aprile, avverrà il 22 maggio 2024, con stacco cedole il 20 maggio e record date il 21 maggio. È importante sottolineare che non verranno distribuiti dividendi per le azioni proprie detenute dalla banca alla data di registrazione.

La straordinaria performance di Intesa Sanpaolo e la generosa distribuzione di dividendi evidenziano la solidità e la resilienza dell’istituto di credito, nonostante le sfide del contesto economico globale. Questi risultati sono il frutto di una gestione oculata e di una strategia volta all’efficienza operativa e alla crescita sostenibile, dimostrando l’impegno della banca verso i suoi azionisti e il sostegno all’economia reale.

Gli azionisti e gli investitori guardano con fiducia all’imminente assemblea per l’approvazione definitiva di questa proposta, che riflette l’ottimismo della banca riguardo alle sue prospettive future e alla capacità di continuare a generare valore per i suoi stakeholder.

👉 VUOI RICEVERE IL SETTIMANALE ECONOMICO MULTIMEDIALE DI VERONA NETWORK?
👉 ARRIVA IL SABATO, È GRATUITO!

PER RICEVERLO VIA EMAIL

Condividi ora!