Cantina Valpolicella Negrar porta il suo Amarone a Parigi

di admin
La cantina, riconosciuta cinque volte come "Miglior Cooperativa del vino Italiana" da Weinwirtschaft, parteciperà con un proprio stand a Wine Paris, dal 12 al 14 febbraio.
Cantina Valpolicella Negrar ha annunciato la partecipazione a Wine Paris con un proprio stand nel nuovissimo padiglione Italia. Questa decisione segue una prima esperienza positiva in collettivo nel 2023 e sottolinea l’importanza che l’azienda attribuisce alla fiera parigina come palcoscenico internazionale per i suoi prodotti.
L’evento, che si terrà dal 12 al 14 febbraio a Paris Expo – Porte de Versailles, vedrà Cantina Valpolicella Negrar esporre i suoi prestigiosi vini rossi, tra cui l’Amarone, insieme a una selezione di bianchi e rosati in forte crescita. Il padiglione Italia, inaugurato quest’anno e posizionato vicino a quelli dedicati a Champagne e Borgogna, offre una vetrina privilegiata per la cantina negrarese, che punta a trasmettere l’originalità territoriale e la storia millenaria della tecnica dell’appassimento.
Eva Maria Vanajas, direttrice commerciale della cantina, ha espresso ottimismo per la partecipazione alla fiera, ritenuta un’occasione unica per incontrare clienti provenienti da tutto il mondo, inclusi mercati emergenti interessati al turismo del lusso. La missione della Cantina Valpolicella Negrar a Wine Paris è chiara: valorizzare il legame con il territorio e la tradizione, presentando una delle più importanti denominazioni italiane.
Fondata nel 1933, la cantina ha una lunga storia di eccellenza e innovazione. Oggi, produce oltre 9 milioni di bottiglie all’anno e gestisce oltre 800 ettari di vigneti, di cui circa il 20% biologico, rendendola il più grande produttore di vini organic nella zona Classica della Valpolicella.
Riconosciuta cinque volte come "Miglior Cooperativa del vino Italiana" da Weinwirtschaft, Cantina Valpolicella Negrar ha registrato un fatturato di circa 45 milioni di EUR nel 2022/2023, con l’export che rappresenta il 60% delle vendite. L’azienda possiede uno dei più grandi fruttai italiani, dove ogni anno oltre 30 mila quintali di uve vengono messi a riposo secondo la tecnica millenaria dell’appassimento, candidata a patrimonio immateriale Unesco.

Leggi ora

In Evidenzia

Progetto Fuoco 2024: in fiera a Verona 45mila operatori

di Redazione | 02/03/2024
Progetto Fuoco 2024 - VeronaFiere - EnneviFoto

Donazzan a Bardolino per il convegno sulla scuola: «Temi delicati»

di Redazione | 02/03/2024
Tavola rotonda Snals-Confsal - assessore Donazzan

Turismo: Verona è una città che sa adattarsi alle tendenze

di Redazione | 01/03/2024

Destination Verona & Garda Foundation in partenza per Berlino

di Redazione | 01/03/2024

Turismo culturale, Veneto seconda regione d’Italia

di Redazione | 01/03/2024
Coda davanti al Cortile di Giulietta a Verona.

Energia: mercato stabile, ma più caro rispetto al pre-crisi

di Redazione | 29/02/2024
Contatori di energia elettrica in un palazzo (Foto archivio).

Geometri, è boom di pre-iscrizioni

di Redazione | 28/02/2024
Romano Turri e Nicola Turri del Collegio dei Geometri di Verona.

Le Piazze dei Sapori 2024, ecco le date: dal 9 al 12 maggio

di Redazione | 27/02/2024

Yeah, dieci anni nel segno dell’innovazione e dell’inclusione sociale

di Redazione | 27/02/2024
Cooperativa YEAH

Condividi ora!