Intelligenza artificiale ed etica, padre Paolo Benanti ospite a Verona

di admin
Il professore presso la Pontificia Università Gregoriana, consulente di Papa Francesco sui temi dell'AI e presidente della Commissione AI del Governo, sarà ospite in Diocesi il 15 febbraio.
In occasione della festività di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, la Diocesi di Verona non solo organizza la tradizionale messa dedicata ai professionisti della comunicazione, che sarà mercoledì 24 gennaio alla 17.00, presieduta da don Luca Passarini, direttore Ufficio diocesano, ma si prepara anche a un evento di grande rilievo culturale e tecnologico.
Il 15 febbraio, infatti, presso la sede di Fondazione Toniolo si terrà un corso formativo professionale sui temi dell’intelligenza artificiale (AI), dal titolo "Etica e IA: le sfide di una comunicazione pienamente umana" con la partecipazione straordinaria di Padre Paolo Benanti, una figura di spicco nel dialogo tra etica, tecnologia e fede. Il suo intervento si intitola: “Intelligenza Artificiale: serve un’Algoretica, un’etica fatta dall’uomo ma eseguita dalle macchine”.
Dialogherà assieme a Benanti il nostro Vescovo mons. Domenico Pompili, moderati da Mimmo Vita, giornalista e presidente UCSI Veneto.
Padre Paolo Benanti, nato il 20 luglio 1973, è un francescano del Terzo Ordine Regolare e professore presso la Pontificia Università Gregoriana. La sua carriera accademica e professionale lo ha portato a essere uno dei principali consiglieri di Papa Francesco sui temi dell’AI e dell’etica applicata alla tecnologia. Il suo approccio interdisciplinare si concentra sulla gestione dell’innovazione, spaziando da internet e l’impatto del Digital Age alle biotecnologie, neuroscienze e neurotecnologie. Questi ambiti riflettono la sua preoccupazione per le implicazioni etiche e antropologiche della tecnologia nell’era contemporanea.
Benanti ha ottenuto riconoscimenti internazionali per il suo lavoro, incluso il suo coinvolgimento nel New Artificial Intelligence Advisory Board delle Nazioni Unite, un organismo incaricato di fornire consulenza sulle questioni etiche, legali e sociali legate all’AI. Inoltre, è stato recentemente nominato presidente della Commissione sull’intelligenza artificiale per l’informazione e l’editoria, istituita dal governo italiano. Questo ruolo enfatizza la sua expertise nella regolamentazione etica e sociale dell’AI, un tema di fondamentale importanza per il futuro della democrazia e della convivenza civile.
La partecipazione di Padre Benanti a questo corso a Verona, di cui seguiranno dettagli nei prossimi giorni, rappresenta un’opportunità unica per i giornalisti e tutti gli operatori della comunicazione di esplorare il rapporto tra etica, tecnologia e società. La sua visione di un’AI eticamente guidata e al servizio dell’umanità offre una prospettiva rilevante e necessaria in un mondo sempre più dominato dall’automazione e dall’intelligenza artificiale.

Condividi ora!