Calzavara: «Da anni il Veneto è una delle regioni economicamente più forti»

di admin
L'assessore della Regione Veneto Francesco Calzavara è intervenuto all'incontro "Digitalizzazione e trasformazione tecnologica. Il futuro è oggi" promosso dall'associazione Verona Network e dalla redazione di Verona Economia.

L’assessore della Regione Veneto Francesco Calzavara è intervenuto all’incontro "Digitalizzazione e trasformazione tecnologica. Il futuro è oggi" promosso dall’associazione Verona Network e dalla redazione di Verona Economia.
Parliamo di Agenda 2025 e dei progetti su cui sta lavorando la Regione Veneto, come per esempio il concetto di Smart City…
La nostra volontà è essere al centro della transizione digitale che stiamo vivendo in questi anni, grazie anche ai fondi del PNRR e alle risorse della nuova programmazione europea. Per far questo bisogna però avere una certa visione. La visione che c’è all’interno di Agenda 2025 è quella di una regione che diventi hub territoriale e punto di riferimento per la raccolta dei dati, attraverso anche quelle che sono le nuove capacità dell’intelligenza artificiale.
Lei ha tante deleghe, anche particolarmente impegnative. Come le gestisce al meglio?
Cerco sempre di mettere il massimo dell’impegno. Poi è chiaro che il rischio è quello di dover saltare da una parte all’altra. Siamo otto assessori, ognuno con il proprio incarico, che cerchiamo sempre di portare avanti con entusiasmo e determinazione. oggi ci sono anche delle risorse importanti in alcuni settori.
Parlando di bilancio, qual è la fotografia che possiamo tracciare?
Direi quella di una regione che, unica in Italia, da quattordici anni non ha l’addizionale Irpef. Il presidente Zaia ha deciso di non applicarla, lasciando quindi circa trecento milioni di euro in tasca ai veneti. Il nostro è quindi un bilancio che, nonostante questi tagli, continua a erogare servizie a renderci una regione performante da questo punto di vista. Il Veneto rimane la Regione che, anche dopo le crisi, rimbalza più velocemente nel PIL, dimostra di avere un’economia forte. Bisogna comunque sostenere le fasce un po’ più deboli, che in questo momento stanno soffrendo, ma credo che nel bilancio 2024-2026 troveremo le risorse adeguate per aiutare tutti.
E chissà, magari ci sarà spazio anche per l’autonomia…
Quella è la battaglia di tutte le battaglie.

Guarda l’intervista

Condividi ora!