“Il Turismo che vorrei”, Federalberghi Garda Veneto apre l’Assemblea parlando di attualità e futuro

di admin
Il consueto appuntamento annuale dedicato ai Soci Federalberghi Garda Veneto, viene aperto a tutti: saranno presenti i nostri imprenditori, i nostri Partner, tutti gli Stakeholder e relatori di levatura nazionale per una panoramica sulle tematiche che maggiormente risultano calde per noi e per il territorio, un bilancio della stagione appena conclusa e i “Premi all’Albergatore”…

“Il Turismo che vorrei” non è solo un desiderio, ma un vero e proprio obiettivo al quale tendere per dare nuova semantica e narrazione a un settore che nel nostro Paese rimane cruciale, ma necessita sempre di nuova linfa e di rimanere al passo con i tempi. 

Guarda l’intervista al direttore Mattia Boschelli

Per questo Federalberghi Garda Veneto – l’associazione di categoria che rappresenta più di 400 strutture alberghiere sulla sponda veronese del Lago di Garda e suo entroterra, per 21mila posti letto – giovedì 16 novembre 2023, dalle ore 9:30, a TH Lazise – Hotel Parchi del Garda, organizza un convegno rivolto anche al territorio con l’intento di condividere gli argomenti di maggiore attualità sul tavolo del comparto turistico gardesano: dall’affittanza breve all’overtourism, dalla comunicazione della destinazione alla sostenibilità e salute del lago con i suoi livelli e la qualità delle acque, fino ai giovani e al lavoro nel mondo dell’ospitalità. 

L’incontro si aprirà con il benvenuto del Presidente Ivan De Beni e con i saluti istituzionali della Vicepresidente della Regione del Veneto Elisa De Berti, del Presidente della Provincia di Verona Flavio Pasini, della Presidente della Comunità del Garda Sen. Mariastella Gelmini e del primo cittadino di Lazise Damiano Bergamini. Inoltre, la presenza di molti sindaci e rappresentanti delle istituzioni del territorio. 

A seguire, il vivo del convegno “Il Turismo che vorrei”, con l’intervento di importanti relatori del mondo accademico come l’economista e professore all’Università di Firenze Antonio Preiti, il presidente del CISET e professore associato all’Università Ca’ Foscari di Venezia Michele Tamma, la professoressa Vania Vigolo del Dipartimento di Management dell’Università di Verona e della ricercatrice dell’Università di Bergamo Rossella Baratta. 

In qualità di relatori, anche l’Amministratore Delegato di Gabetti Property Solutions Roberto Busso, il fondatore del portale Gardasee.de (la “bibbia” tedesca in fatto di destinazione lago di Garda) Hubert Kiebler e il Segretario Generale della Comunità del Garda Pierlucio Ceresa. Non mancheranno i rappresentanti del mondo Federalberghi: oltre al nostro Presidente, ci onoreranno di un loro intervento il Presidente di Federalberghi Veneto e di Fondazione ITS Turismo Veneto Massimiliano Schiavon, il Presidente di Federalberghi nazionale Bernabò Bocca e perfino il Direttore Generale di Federalberghi nazionale Alessandro Nucara, che trasmetteranno il pensiero e le linee guida di Federalberghi per il futuro del comparto.

Sul palco, in qualità di presentatori e moderatori, tre professionisti della comunicazione: il direttore di Verona Network Matteo Scolari, la giornalista Elisabetta Gallina e la presentatrice e organizzatrice di eventi Sinta Carini. 

«”Il turismo che vorrei” è per noi un’occasione molto importante per trasmettere il pensiero e le indicazioni del nostro sistema circa grandi temi che riguardano il territorio gardesano – ha dichiarato il presidente di Federalberghi Garda Veneto, Ivan De Beni. – L’evento rappresenta anche la 48a Assemblea dei soci con conseguente bilancio della stagione turistica e associativa 2023, nonché un momento per dare riconoscimento al lavoro quotidiano della categoria. Quest’anno infatti si è voluto ripristinare il momento del ‘Premio all’Albergatore’, riconoscendo l’azienda più longeva in attività, il miglior giovane albergatore, per dare valore alla tradizione, ma anche all’innovazione e al futuro. Inoltre un premio sostenibilità grazie alla partnership con Vicentini Spa». 

Condividi ora!