Prevenire l’illegalità in azienda, a Verona il convegno di Federmanager

di admin
Al centro dell’incontro la nuova figura del Manager della Legalità. Incontro in programma sabato 27 maggio a Palazzo Barbieri, nella sala degli Arazzi.

Prevenire l’illegalità in azienda con i manager specializzati sull’argomento. Più esattamente con i manager della Legalità, una nuova figura professionale da affiancare all’amministratore giudiziario nominato dal Tribunale e da impiegare non solo nella gestione, recupero e rilancio delle attività sequestrate e confiscate alle mafie, ma anche nella prevenzione di infiltrazioni criminali nelle aziende, un tema di fondamentale importanza anche per il nostro territorio. Un tema delicato e complesso che sarà al centro dell’incontro/convegno in programma sabato 27 maggio, dalle 11 alle 13, in Comune, Palazzo Barbieri nella sala degli Arazzi.
Il convegno, organizzato da Federmanager Verona con il patrocinio del Comune e l’ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia, si inserisce nelle attività nate a seguito del corso di alta formazione in “Amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”, fortemente ispirato dall’Enciclica di Papa Francesco e organizzato lo scorso giugno da Federmanager e la Pontificia Accademia Mariana Internazionale del Vaticano.
La partecipazione è libera, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per maggiori informazioni contattare Federmanager Verona allo 045 594388.
«Abbiamo immediatamente accolto con entusiasmo questa iniziativa – ha sottolineato l’assessora alla Legalità e Trasparenza Stefania Zivelonghi – perché coniuga competenze e contrasto all’illegalità nel contesto delle aziende, a me particolarmente caro, che fa parte del tessuto economico dei nostri territori. Le aziende veronesi sono realtà floride, per cui è importante contribuire a creare una cultura concreta di contrasto alla illegalità nel fare economia. Un tema di particolare rilievo anche qui, dove è già stata evidenziata la possibilità di infiltrazioni criminali negli ambiti in cui viene prodotta la ricchezza. Fondamentale, quindi, contrastare il generarsi di situazioni criminali anche creando, a livello aziendale, competenze e sensibilità nuove, volte proprio a questa specifica attività».
L’appuntamento è stato presentato questa mattina dall’assessora alla Legalità e Trasparenza Stefania Zivelonghi insieme al presidente Federmanager Verona Giuliano Allegri e al vice presidente Roberto Covallero. Presente anche l’ideatore e moderatore del convegno Mauro Speciale.

Durante l’incontro sono previsti gli interventi del professor Antonio Parbonetti dell’Università di Padova sul tema ‘Mafie ed Economia: modelli operativi e strumenti di contrasto’. Parbonetti ha analizzato diversi casi di criminalità organizzata in Veneto, per allargarsi all’esperienza sul campo dell’Amministratore Giudiziario.
Seguirà l’intervento dell’avv. Luca D’Amore del Foro di Roma su ‘La prevenzione in Azienda’ e quello di Paola Pastorino presidente dell’associazione Manager WhiteList nonché consulente aziendale in temi di legalità, sul tema ‘La nuova figura del manager della legalità’.
A padre Giuseppe Buffon, Decano alla Pontificia Università Antonianum di Roma, il compito di presentare la teoria dell’ecologia integrale e del bene comune in cui rientra perfettamente l’operato del manager della legalità.
«L’iniziativa – ha spiegato il presidente di Federmanager Verona Giuliano Allegri – ha l’obiettivo di suscitare l’interesse di tutte le realtà del territorio che si battono per sconfiggere le infiltrazioni criminali nel tessuto produttivo della nostra provincia, in nome della legalità».
Informazioni sul sito di Federmanager Verona

Condividi ora!