Zevio, gli studenti della scuola professionale CFP incontrano la CGIL di Verona

di admin
La scuola professionale CFP di Zevio promuove un confronto sul tema del Sindacato, venerdì 21 aprile dalle 9.30 alle 11, a poche settimane dalla Festa dei Lavoratori.

La scuola professionale CFP di Zevio promuove un confronto sul tema del Sindacato, venerdì 21 aprile dalle 9.30 alle 11 presso la propria sede di via A. Smania, con la partecipazione della Segretaria Confederale della CGIL di Verona, dott.ssa Francesca Tornieri.

A poche settimane dalla Festa dei Lavoratori, il Centro di Formazione Professionale di Zevio, che è una delle sedi della Fondazione Centro Produttività Veneto – CPV, invita la Segretaria Confederale della CGIL di Verona ad un confronto diretto con gli studenti della scuola professionale per affrontare i temi più attuali che riguardano mondo del lavoro e Sindacato. Non una conferenza, quindi, ma un dialogo aperto, fatto di domande e risposte per introdurre gli studenti a tematiche fondamentali su lavoro, tutela e diritti dei lavoratori.

L’idea dell’incontro nasce da un’esigenza emersa in classe, dagli studenti che hanno mostrato la curiosità di conoscere meglio i meccanismi che regolano i rapporti di lavoro, racconta Alessandro Simbeni docente del CFP «Gli studenti hanno bisogno di essere preparati su queste tematiche per essere in grado di affrontare adeguatamente il loro ingresso nel mondo del lavoro. Un dialogo diretto tra gli studenti e un rappresentante del Sindacato ci è sembrata la migliore modalità di formazione».

L’iniziativa è stata subito accolta dalla Segreteria della CGIL come occasione per far conoscere il ruolo, la funzione e l’importanza delle attività del Sindacato ai futuri giovani lavoratori: «Tanti giovani non conoscono bene il sindacato, lo confondono con un ente pubblico, non ne comprendono la forza collettiva o non vedono la necessità di farne parte. Un paradosso, in un contesto come quello attuale in cui proprio le nuove generazioni rischiano di essere maggiormente sfruttate. Presentarci in una modalità più diretta, rispondendo ai loro dubbi e perplessità, non solo ci permette di fare chiarezza, ma di superare il pregiudizio di chi ritiene che l’iscrizione al Sindacato potrebbe avere ripercussioni negative sul posto di lavoro» afferma la dott.ssa Francesca Tornieri facendo riferimento alla recente ricerca di Fondazione Di Vittorio (Cgil).

Guardando al mercato del lavoro, i dati, per i giovani del CFP di Zevio, sono incoraggianti: subito dopo la qualifica professionale, riescono ad entrare nel mondo del lavoro in tempi rapidi e per la maggior parte in aziende del territorio, come evidenzia la sindaca Paola Conti «Avere a Zevio una scuola superiore di secondo grado è un’opportunità per i giovani e un valore per le aziende del territorio. Per questo, come Amministrazione abbiamo sostenuto e sosterremo con convinzione le sue attività».

L’appuntamento, moderato da Gino Fiocco, sarà l’occasione per mostrare i laboratori del centro e gli allievi all’opera, offrendo l’idea dell’approccio sperimentale e laboratoriale del percorso di studi sviluppato dal CFP di Zevio: «Una scuola professionale non educa solo al lavoro, ma deve anche formare alla cittadinanza consapevole. Per questo, poter ospitare una voce autorevole del panorama sindacale veronese rappresenta per i nostri ragazzi l’occasione di anticipare quelle che saranno le problematiche che potrebbero incontrare nel giro di pochi mesi» conclude la preside Manuela Farina.

Condividi ora!