“Racconti d’impresa”: mercoledì l’evento di Apindustria Confimi Verona

di admin
Si chiude il 19 aprile, nell’Aula Magna del Liceo Cotta di Legnago, la terza edizione degli incontri di orientamento promossi dal Distretto di Legnago di Confimi Apindustria Verona per favorire il dialogo tra gli studenti delle scuole superiori e mondo del lavoro.

Con l’evento in presenza "Racconti d’impresa fra sostenibilità ed educazione finanziaria" si chiude, il 19 aprile, la terza edizione degli incontri di orientamento promossi dal Distretto di Legnago di Confimi Apindustria Verona, in collaborazione con la multinazionale italiana del lavoro GiGroup, per favorire il dialogo tra studenti che frequentano le scuole superiori e mondo dell’occupazione. Focus sulle imprese e sull’educazione finanziaria, dalla gestione della moneta alla ludopatia, con la partecipazione di Claudia Segre, presidente e fondatrice di Global Thinking Foundation. 

Dalle 10, presso l’Aula Magna del Liceo Cotta di Legnago in via Don Bosco 5 a Porto di Legnago, protagonisti sono gli studenti di istituti, licei tecnici e professionali che spaziano dal territorio scaligero (Verona a Cologna Veneta, Isola della Scala, Legnago, Cerea e Bovolone) alla provincia di Rovigo. 
Dopo i primi due incontri on line del “Progetto PCTO. Le aziende si raccontano agli studenti”, sono cinque le imprese a confrontarsi davanti alla platea di ragazzi: 

  • Fomet di San Pietro di Morubio, azienda di produzione e commercializzazione di fertilizzanti speciali e naturali per l’agricoltura professionale; 
  • Mancini di Cerea, società che svolge attività di produzione di materie plastiche da adibire a imballaggio; 
  • Ono Logistics che, a Santa Maria di Zevio, produce moduli automatici espandibili per magazzini automatici verticali;
  • Tecno 3FP di Cerea, specializzata nella lavorazione di precisione di lamiere, dal disegno al prodotto finito;
  • Dachser Italy Food Logistic, con sede a Pradelle di Nogarole Rocca, leader in Europa nella logistica per il settore dei prodotti alimentari a temperatura controllata e di alta qualità.

La partecipazione è riconosciuta come Percorso per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO). 

A chiudere la mattinata di lavori interviene Claudia Segre, presidente e fondatrice di Global Thinking Foundation, su giovani, gestione della moneta (contanti o carte) e ludopatia. Spiega la presidente Segre: «In una società nella quale la sostenibilità è una priorità, per il nostro Paese e le sue aziende, diventa fondamentale, anche nella sfera personale, la ricerca di un equilibrio tra gestione consapevole del denaro e tutela da dipendenze comportamentali indotte. La sostenibilità economica famigliare si trasforma, quindi, in resilienza quando il contesto finanziario, come quello attuale che blocca l’ascensore sociale, vede le persone dotate di strumenti e competenze per salvaguardare il proprio benessere». 
Global Thinking Foundation nasce nel 2016 per iniziativa di Claudia Segre per sostenere, patrocinare e organizzare iniziative e progetti che abbiano come obiettivo l’alfabetizzazione finanziaria rivolta a soggetti indigenti e fasce deboli della società. Nell’ambito dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile definiti dalle Nazioni Unite, Global Thinking Foundation supporta anche il Goal 4 “Istruzione di Qualità” con borse e premi di studio dedicati a studenti meritevoli e meno abbienti, con lo scopo di aiutare giovani dotati di talento ad intraprendere percorsi professionali in cui vi sia la combinazione di qualità umane e professionali e per diffondere i principi di educazione finanziaria e di cittadinanza economica tra le nuove generazioni. 

Condividi ora!