Catullo, aeroporto innovativo: team dal Bangladesh per conoscere l’alta tecnologia

di admin
Civil Action Autorithy del Bangladesh arriva all'aeroporto di Verona per studiare il sistema di sicurezza anti birdstrike, ovvero il fenomeno dell'impatto tra velivolo e uccelli. L'innovativa tecnologia in funzione è sviluppata da una start up veronese in collaborazione con l'UniVR

Visita ufficiale al Catullo della delegazione della Civil Action Autorithy del Bangladesh, interessata a vedere il sistema BCMS Ventur in funzione per verificarne l’utilità e l’efficacia, in particolare per contrastare il pericoloso fenomeno dei birdstrike. Dinamica frequente soprattutto nelle fasi di decollo e atterraggio, consiste nell’impatto tra il velivolo e gli uccelli. Numerosi i danni che può portare: il rischio per l’avifauna è molto alto così come sono numerosi i danni causati da un impatto ad alta velocità con un volatile o, addirittura, uno stormo. 

«Il Catullo è all’avanguardia per la sicurezza dei passeggeri e del personale di volo – commenta soddisfatto il sindaco -. Direi che non ci può essere notizia migliore. La crescita e lo sviluppo del nostro aeroporto passa non solo dai piani di investimento coraggiosi e da nuove infrastrutture, ma anche dai servizi all’utenza primo tra tutti il tema della sicurezza».
Sistema di sicurezza e prevenzione di alto livello quello dell’aeroporto veronese tanto da essere preso a modello da compagnie estere.
«La visita di oggi conferma che il Catullo non solo è all’avanguardia anche su questo fronte, ma è uno degli aeroporti più innovativi in Italia e nel mondo, e lo è anche grazie ad una start up che ha un’anima anche veronese e che ha sviluppato il progetto in collaborazione con l’università scaligera, quindi una doppia soddisfazione». 

Condividi ora!