Simoncello, infissi 2.0: confort, estetica e sostenibilità

di admin
In occasione del focus arredamenti e casa del settimanale Verona Economia, abbiamo intervistato Santino Simoncello, titolare dell'azienda Infix. Ci ha raccontato le evoluzioni di mercato

Un settore, quello della casa, che conosce diverse declinazioni d’impresa. Una di queste riguarda il mercato di infissi e serramenti, non solo arredi ma anche prodotti funzionali che consentono il risparmio energetico.
Infix – Serramenti e Porte, è una delle aziende più note di San Giovanni Ilarione: dalla vendita alla posa in opera coniuga l’attenzione al green e il valore estetico per una vita quotidiana confortevole e funzionale.
Ai nostri microfoni Santino Simoncello, titolare dell’azienda: un lavoro imprenditoriale che dura da oltre trent’anni e che ha conosciuto numerosi cambiamenti.

Come nasce Infix?
«L’aziende nasce negli anni ’90 come piccola realtà che presta istallazione di serramenti e porte. Nel tempo, Infix, si è evoluta notevolmente ampliando la vendita diretta e la posa in opera: sono più di 30 anni che lavoriamo in questo settore».

Come si è evoluto il mercato dei serramenti nel corso degli anni?
«E’ notevolmente cambiamento: una volta il serramento veniva identificato come una semplice chiusura estetica; oggi, invece, il cliente ha capito che il serramento è anche un elemento funzionale. Il serramento è dotato di vetri speciali che fungono da isolante con l’esterno e permetto di risparmiare sulla bolletta e ridurre le emissioni. Gli infissi sono diventati un punto di incontro tra confort, estetica e sostenibilità».

Come ha influito la possibilità di accedere al Bonus e quali sono le principali richieste?
«La possibilità di ricorrere agli incentivi statali ha contribuito a dare slancio al mercato e la vendita di serramenti è aumentata, tuttora è un mercato in crescita. Il Bonus consente di risparmiare il 50% sulla spesa totale; in più, con un tipo specifico di prodotto, si aggiunge anche il risparmio energetico che ne deriva. Diventa quindi un doppio risparmio».

Quali sono gli obiettivi futuri di Infix?
«Migliorare sempre è il nostro obiettivo primario, è la traiettoria che seguiamo nel lavoro quotidiano. Per questo mi reco in cantiere ogni giorno e istallo in prima persona il materiale: dialogo con le persone, cerco di dare risposta concreta alle richieste specifiche di ogni famiglia. Fornisco consigli per la loro casa come se fosse la mia casa».

Condividi ora!