Mercato libero, novità sul fronte dell’elettricità

di admin
Scaduto il termine per le forniture. Piccole e microimprese sono state riassegnate nei termini del mercato libero: le comunicazioni ufficiali partiranno tra pochi giorni

È terminata la tutela di prezzo per la fornitura elettrica di piccole imprese con dieci/cinquanta dipendenti e un fatturato annuo tra i 2 ed i 10 milioni di euro e di microimprese che abbiano almeno un punto di prelievo con potenza contrattualmente impegnata superiore a 15kW.
Il servizio, secondo quanto previsto da ARERA, Autorità di Regolamentazione per Energia Reti e Ambiente, viene erogato da venditori selezionati attraverso procedure concorsuali, garantendo ai clienti la continuità della fornitura. Gli aggiudicatari dell’asta per il servizio nel territorio potranno erogarlo, infatti, per un periodo di tre anni.
Tutte le imprese che non hanno ancora effettuato la selezione di un operatore nel mercato libero riceveranno, quindi, una comunicazione dall’esercente al quale sono state assegnate e nella quale saranno riportati i contatti, le condizioni di erogazione del servizio, le condizioni per recedere dal contratto e i riferimenti agli strumenti informativi dell’autorità. Va, tuttavia, sottolineato come in qualsiasi momento sia comunque possibile scegliere un contratto dal mercato libero dell’energia elettrica.
Da anni il Sistema CNA Veneto sostiene le imprese in questa transizione delicata. Accanto a presidi e servizi in ambito energetico, vi è anche il consorzio APE, Aziende per l’energia, un gruppo di acquisto di energia elettrica e gas naturale composto da aziende associate che, in virtù della loro forza aggregativa, possono ottenere i massimi risparmi. Nella strategia di sostegno alle imprese, anche l’attività del consorzio è un’azione concreta messa in campo da CNA e propone importanti risparmi sui costi attuali, una ricerca costante delle migliori offerte di energia e gas, informazioni sugli andamenti dei prezzi e un’analisi delle fatture emesse con la possibilità di rivolgersi a consulenti specializzati.
«Da anni sosteniamo concretamente le imprese mediante strategie e servizi per ottenere i migliori prezzi e le migliori condizioni sul mercato – dichiara il presidente di CNA Veneto, Alessandro Conte -. La forza aggregativa messa in campo anche grazie al consorzio APE, consente alle aziende di risparmiare in media oltre il 20% rispetto ai contratti di fornitura singola, permettendo di ottenere le migliori condizioni economiche dai distributori. Nella nostra politica di accompagnamento siamo a fianco alle aziende, passo passo in tutti gli oneri, e nel monitoraggio dell’andamento dei consumi, nonché nella verifica della correttezza delle bollette. Siamo a disposizione delle aziende interessate a saperne di più con consulenze e preventivi gratuiti.»

Condividi ora!