PepeGusto, la realtà online che fa conoscere al mondo le eccellenze enogastronomiche d’Italia.

di admin
È nata solo nel 2018, ma PepeGusto ha già raccolto grandi soddisfazioni. Nata quasi per gioco, dalla passione di Daniele Verzè per la cucina italiana di alta qualità, in poco tempo si è trasformata in una realtà aziendale di tutto rispetto.

PepeGusto è un e-commerce che parte dall’Italia, per andare dritto al cuore dei consumatori stranieri. Il sogno del titolare era proprio quello di far conoscere le specialità agroalimentari delle regioni italiane, che all’estero si trasformano troppo spesso in terribili copie.

I numeri infatti parlano chiaro: secondo un’analisi di Coldiretti e Filiera Italia, il falso made in Italy del cibo negli ultimi dieci anni ha registrato una crescita del 70%. In tutto il mondo il cosiddetto “Italian Sounding” avrebbe un valore di 100 miliardi di euro: una vera e propria truffa internazionale a discapito delle aziende italiane, di cui si è parlato all’ultima edizione della fiera di settore TUTTO FOOD.

PepeGusto ha sede in provincia di Verona, ma non si limita a promuovere prodotti veronesi o veneti: entrare nel sito è come ripercorrere le tappe italiane del Grand Tour di settecentesca memoria. Il meglio delle produzioni alimentari piemontesi, toscane, umbre, campane, pugliesi e siciliane, in un mix di sapori che va dalla pasta ai sughi, dalle conserve ai sottoli, dai dolci al caffè, senza dimenticare il vino naturalmente.

Per i clienti – il 70% dei quali ricorrenti dopo il primo acquisto – PepeGusto non è solo un e-commerce, ma una vera e propria “esperienza del gusto”. Sono tantissimi i clienti stranieri che dichiarano di ritrovare qui i sapori che hanno conosciuto durante una vacanza, come ad esempio una particolare birra aromatizzata agli agrumi, che si trova solo a Sorrento oppure online, su PepeGusto.

Non prodotti qualsiasi tuttavia: la filosofia è quella di mettere a disposizione dei cultori – online, quindi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo – prodotti gourmet selezionatissimi. Bontà locali che non si trovano nella GDO, ma che sono il vanto di piccoli produttori che senza PepeGusto non avrebbero mai la forza di vendere sul web.

E sono proprio i produttori la chiave del progetto: “Li conosco tutti personalmente, è fondamentale instaurare un rapporto con loro” dice Daniele Verzè. “Da come raccontano la loro storia, la passione che mettono nel proprio lavoro, capisco che ne uscirà un prodotto unico e degno di essere portato all’attenzione dei miei clienti”. Una formula che finora ha funzionato egregiamente.

Nella selezione di produttori e prodotti, anche la sostenibilità gioca un ruolo fondamentale: molte delle aziende agricole che collaborano con PepeGusto hanno fatto scelte in favore dell’ambiente, lavorando su territori da salvaguardare e implementando soluzioni ecologiche per minimizzare il proprio impatto. Impegni e sforzi che si traducono un una qualità finale superiore delle produzioni.

Non a caso PepeGusto si rivolge a un consumatore consapevole, che non cerca un prodotto italiano qualsiasi ma il migliore in assoluto. Un consumatore che vuole scegliere cosa mettere in tavola con la stessa cura con cui sceglie un abito, che vuole conoscere la storia dietro quei prodotti: per questo PepeGusto ha sviluppato anche il web magazineGoodTaste, dove i produttori si raccontano e i lettori si immergono nello storytelling dell’enogastronomia italiana.

“Il mio cliente tipico ama cambiare e assaggiare sempre gusti nuovi e ricercati” prosegue Verzè. “Per questo il mio viaggio in giro per l’Italia non terminerà mai: sono sempre alla ricerca di nuovi produttori da promuovere, mi reco volentieri nelle loro aziende per conoscerli da vicino e aspetto la ripartenza delle fiere di settore per continuare la mia ricerca.”

Condividi ora!