Le conflittualità nell’azienda agricola.

di admin
Un webinar ad hoc, organizzato da Coldiretti per giovani imprenditori.

Visioni diverse, naturali, in buona parte, portano, talvolta, ad attriti e conflittualità, anche nelle aziende agricole. Attriti e conflittualità che sepelliscono la serenità e incidono negativamente, anche sull’attività lavorativa. Non prevenire e gestire i conflitti in azienda, può trattarsi di una questione di errata comunicazione interpersonale. “Nelle aziende agricole, specie nelle fasi del passaggio generazionale, si possono verificare conflitti tali, da ripercuotersi, sulla gestione dell’impresa e che devono essere risolti, rivelandosi spesso un’opportunità, dovuti essendo tali attriti ad errata comunicazione personale. Bisogna, quindi, non solo prevenirli, ma, anche, ove sorgano, sapere gestirli e fare in modo di superarli.Un webinar, organizzato da Coldiretti Verona, si è tenuto lunedì 15 marzo, nell’ambito dei “Lunedì del Vivaio”, quali appuntamenti di formazione rivolti ai giovani imprenditori, attivi in agricoltura. Debora Viviani, ricercatrice del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Verona, ha relazionato sul tema: "La relazione empatica, l’apertura alle innovazioni, riconoscere e gestire le emozioni sono alcuni degli elementi chiave, che permettono la socializzazione in termini di condivisione, anche professionale. Una, condivisione che può agevolare lo scambio e, soprattutto, l’apertura alle innovazioni, trasformando il conflitto in una risorsa".Coldiretti volge la sua attenzione circa 400 i giovani associati under 35, proponendo formazione per un percorso di crescita personale e professionale. Tra il 2019 e il 2020 sono state poste in atto proposte formative, per un totale di circa 150 ore, totalmente pensate per gli imprenditori di domani i quali hanno potuto apprendere nozioni sulle ultime sfide della tecnologia in agricoltura e nella zootecnia, sulle basi dell’imprenditorialità e sulla gestione aziendale, tramite gli strumenti digitali, fino ad affinare il proprio inglese, con corsi personalizzati, anche direttamente in azienda, di business english.“Noi giovani imprenditori – spiega Alex Vantini, delegato provinciale e regionale di Coldiretti Giovani Impresa – abbiamo la necessità di essere costantemente aggiornati, per poter essere competitivi, con le nostre aziende, e per salvaguardare il giusto valore delle nostre produzioni. In un mondo ormai globalizzato, anche dal punto di vista produttivo, si distingue chi raggiunge i massimi livelli, in fatto di qualità, ma, anche di efficienza, visibilità e sostenibilità. Ambiti in cui, oggi, più che mai, abbiamo bisogno di crescere, per fare la differenza”. Info:giovaniimpresa.verona@coldiretti.it o whatsapp numero 392/4206798.Comunque, cari giovani, per impegnarsi nel lavoro, con buoni risultati, bisogna essere sereni, e, per essere sereni, occorre evitare discussioni inutili e termini offensivi, usando un linguaggio misurato…, ricordando, talvolta, di non trascurare l’opportunità d’imporsi la forza e la volontà, da lasciare la “ragione”, anche a chi ha “torto”…, pensando, pure, che potremmo essere nel “torto”, noi stessi… e che tacere, molte volte, rende più pace di un continuo parlare…
Pierantonio Braggio

Condividi ora!