EXPORT 2020, VERONA TIENE A -4,2%, Giuseppe Riello: “l’economia veronese rimane competitiva”

di admin
Verona, 13 marzo 2021. L’export di merci e servizi di Verona nel mondo è calato del 4,2% , contro il -8,2% del Veneto e -9,7% del dato nazionale. L’import è diminuito del 14,4% a 13,8 miliardi di euro contro il -23,6% dei primi sei mesi.

LA TOP TEN DEI PRODOTTI ESPORTATI NEL 2020

Prodotti

Anno 2020

Var.%

Peso % su totale export

Macchinari

2.069.830.726

-10,2

18,3

Alimentari

1.806.176.738

3,4

16,0

Tessile/Abbigliamento

1.291.660.576

12,2

11,4

Vino

1.049.549.784

-1,6

9,3

Ortofrutta

507.944.917

2,3

4,5

Calzature

377.578.746

3,4

3,3

Marmo

340.708.098

-8,0

3,0

Termomeccanica

138.107.154

-9,2

1,2

Mobili

82.006.469

-17,7

0,7

Altri prodotti

3.639.317.715

-10,0

32,2

Totale export

11.302.880.923

-4,2

100,0

Elaborazione Servizio Studi e Ricerca Camera di Commercio di Verona su dati Istat, dati in euro

Il rallentamento della bilancia commerciale veronese c’è stato ma, grazie al recupero nel terzo e nel quarto trimestre, l’export si è assestato sugli 11,3 miliardi. Il calo delle importazioni è stato invece del 14,4%. Nel corso del 2020 sono andati persi 2,4 miliardi di euro di prodotti e servizi importati sui 16,1 del 2019.
 “Verona ha tenuto e bene perdendo “solo” 471 milioni di euro di export sugli 11,7 miliardi dello scorso anno – commenta il presidente della Camera di Commercio scaligera, Giuseppe Riello – un risultato importante e inaspettato che conferma quanto sia competitiva l’articolazione polisettoriale della nostra economia. Il calo era inevitabile per effetto soprattutto del lockdown primaverile, ma c’è stato un importante recupero nel terzo e nel quarto trimestre”.
Confermano la loro competitività l’alimentare, il tessile-abbigliamento e l’ortofrutta che migliorano rispetto al 2019, tutti gli altri settori arretrano. Il vino perde l’1,6%. A perdere terreno sono stati i macchinari, il marmo, le calzature, la termomeccanica, i mobili e gli altri prodotti.
Tra i primi venti mercati di sbocco, tiene l’export della Germania, stazionario a 2 miliardi di euro (+0,4%) e aumentano la Svizzera del 105,9%, che passa da settimo a terzo mercato, e il Belgio, ottavo mercato in crescita del 41,2%. I risultati eccezionali di Svizzera e Belgio, si riferiscono all’export di tessile, abbigliamento e calzature per la Svizzera e ai prodotti farmaceutici per il Belgio, si tratta di esportazioni di imprese multinazionali. Crescono del 2,5% le esportazioni in Canada e dello 0,8% quelle verso Malta.
Negli altri 15 mercati della “top twenty” dei paesi la dinamica delle esportazioni è negativa, con perdite anche a due cifre.

Verona. Primi 20 paesi per export

 RANK

PAESE

2020

Var. %

Peso %

1

Germania

1.987.077.315

0,4

17,6

2

Francia

1.072.558.775

-6,4

9,5

3

Svizzera

764.185.090

105,9

6,8

4

Regno Unito

653.993.326

-13,2

5,8

5

Stati Uniti

652.694.546

-12,0

5,8

6

Spagna

555.294.180

-16,0

4,9

7

Austria

437.144.545

-0,3

3,9

8

Belgio

365.526.755

41,2

3,2

9

Polonia

296.519.429

-8,9

2,6

10

Paesi Bassi

264.000.044

-2,7

2,3

11

Russia

227.526.580

-16,8

2,0

12

Croazia

205.367.370

-7,4

1,8

13

Repubblica ceca

194.343.131

-6,1

1,7

14

Canada

183.206.705

2,5

1,6

15

Cina

170.811.050

-13,0

1,5

16

Romania

166.551.219

-19,4

1,5

17

Svezia

165.099.475

-9,7

1,5

18

Malta

130.396.433

0,8

1,2

19

Portogallo

121.056.344

-17,1

1,1

20

Danimarca

119.815.979

-0,5

1,1

 

Altri Paesi

2.569.712.632

-14,0

22,7

 

MONDO

11.302.880.923

-4,2

100,0

Elaborazione Servizio Studi e Ricerca Camera di Commercio di Verona su dati Istat, dati in euro

Condividi ora!