CATTOLICA: CDA dimissionario, vendita azioni proprie, ecc. Il titolo intanto cresce.

di admin
Pubblichiamo il comunicato integrale con cui Cattolica Assicurazioni approva il Piano di Rimedio. In questo , tra l'altro, si prevede : il ricambio dei componenti del CDA; nuova politica di remunerazione, cessione di azioni proprie, ecc

CDA APPROVA IL PIANO DI RIMEDIO IVASS NEI TEMPI PREVISTI
Verona, 5 marzo 2021. Il Consiglio di Amministrazione di Società Cattolica di
Assicurazione riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Paolo Bedoni,
acquisiti i pareri dei Comitati endoconsiliari per quanto di competenza,
nonché le valutazioni del Comitato per il Controllo sulla Gestione, ha
approvato la comunicazione di riscontro, comprensiva del Piano, alla nota
dell’Ivass dell’8 gennaio 2021.
Come già reso noto al mercato, con la nota, l’Ivass, richiamati i principali
snodi dell’azione di vigilanza condotta sulla Compagnia nei tempi più recenti
nonché da ultimo gli esiti degli accertamenti ispettivi condotti presso la
Compagnia stessa dal 18 dicembre 2019 al 24 luglio 2020, ha formulato
richieste e dato indicazioni alla Compagnia circa l’adozione di talune misure
e di un piano di rimedio per superare gli elementi di sensibilità riscontrati nel
contesto dei predetti accertamenti ispettivi.
****
I contenuti della Comunicazione sono articolati nelle seguenti aree di
intervento:
• Ricambio dei componenti dell’organo amministrativo
• Revisione della politica di remunerazione
• Apporti di liquidità alle controllate non assicurative e al "Fondo H-Campus"
• Vendita delle azioni proprie
• Completamento del rafforzamento patrimoniale
• Rafforzamento del governo societario e altre misure previste dal Piano.
****
• Ricambio dei componenti dell’organo amministrativo
Come già reso noto al mercato, il Consiglio di Amministrazione, in data 4
febbraio 2021, ha conferito un incarico a Spencer Stuart, advisor
indipendente di primario standing, al fine di supportare il Comitato Nomine e
il Consiglio di Amministrazione medesimo nell’aggiornamento delle
COMUNICATO STAMPA
valutazioni inerenti alla composizione quali-quantitativa dell’organo
amministrativo e nella predisposizione della lista dei candidati per il rinnovo
del Consiglio stesso, ivi incusa la selezione di una rosa di possibili candidati da
sottoporre al Consiglio di Amministrazione ai fini della predisposizione della
predetta lista.
Il Consiglio di Amministrazione, funzionalmente alla redazione degli
orientamenti quali-quantitativi e, conseguentemente, alla selezione dei
candidati, ha, altresì, avviato il processo di autovalutazione e di rinnovo della
politica “fit&proper” della Compagnia e del Gruppo.
Correlativamente all’efficacia della trasformazione in SpA e alla
convocazione dell’Assemblea degli Azionisti per gli adempimenti di bilancio,
il CdA si presenterà dimissionario per consentire il rinnovo integrale
dell’organo.
• Revisione della politica di remunerazione
Ai sensi dell’art. 29 dello Statuto sociale, sarà sottoposta all’approvazione
dell’Assemblea dei soci della Compagnia in occasione della prossima
adunanza una proposta di determinazione dei compensi complessivi per i
componenti degli organi sociali della Compagnia che prevede una riduzione
rispetto agli attuali emolumenti. La proposta è stata elaborata tenendo
conto, tra l’altro, della necessità di adeguare l’ammontare dei compensi da
corrispondere agli amministratori ad un benchmark di mercato, definito con
il supporto di una società di consulenza indipendente e specializzata,
mediante il confronto con un peer group di società per azioni assicurativofinanziare
assimilabili alla Compagnia.
La Politica sulla Remunerazione 2021, inoltre, oltre alla previsione di limiti
percentuali riferiti al sistema incentivante di breve e lungo termine, già
presenti, dettaglierà ulteriormente il capitolo dedicato alle altre componenti
variabili della remunerazione, specificando i criteri utilizzati per l’assegnazione
delle componenti variabili straordinarie al personale dipendente con
evidenza dei requisiti di solvibilità necessari in funzione della tipologia e
dell’ammontare della componente variabile stessa.
Il sistema di remunerazione variabile di breve termine sarà integrato mediante
l’inserimento di ulteriori indicatori specifici che aumentino l’attenzione al livello
di rischio delle funzioni aziendali.
• Apporti di liquidità alle controllate non assicurative e al “Fondo H-Campus”
In merito agli apporti di liquidità alle controllate non assicurative e al “Fondo
H-Campus” nella Comunicazione si dà conferma che la Compagnia non ha
dato corso ad operazioni di apporto di liquidità, sotto qualsiasi forma, alle
società controllate non assicurative del Gruppo, né ha effettuato o intende
COMUNICATO STAMPA
effettuare ulteriori apporti al “Fondo H-Campus", senza il previo parere
favorevole del Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità.
• Vendita delle azioni proprie
Nella Comunicazione viene confermato che la Compagnia procederà alla
dismissione del pacchetto di azioni proprie acquisito in sede di rimborso agli
azionisti receduti nel termine massimo imposto dall’Ivass, in conformità alle
disposizioni legali e regolamentari applicabili. In particolare, la Compagnia
provvederà alla vendita del pacchetto azionario sul mercato.
• Completamento del rafforzamento patrimoniale
Come già reso noto al mercato, la Compagnia ha assunto la decisione di
posticipare di alcuni mesi l’esecuzione della seconda tranche – dell’importo
di Euro 200 milioni – dell’aumento di capitale sociale deliberato in data 4
agosto 2020, al fine di avere il tempo necessario per fornire maggiori
informazioni al mercato.
• Rafforzamento del governo societario – Il Piano
Le misure di rafforzamento contenute nel Piano sono state suddivise, sulla
base delle osservazioni formulate dall’Ivass, in tre macro-aree di intervento:
(a) Sistema di governo societario e di controllo, (b) Gestione degli investimenti
immobiliari e (c) Gestione della rete agenziale e degli accordi con Coldiretti.
(a) Sistema di governo societario e di controllo
Consiglio di Amministrazione e Comitati
Il Consiglio di Amministrazione ha approvato, nel corso dell’odierna riunione,
alcune modifiche al regolamento del Consiglio medesimo e dei Comitati
consiliari, volte, tra l’altro, a garantire una più efficace dialettica interna tra i
diversi organi nonché a recepire le raccomandazioni del nuovo Codice di
Corporate Governance delle società quotate, come approvato dal
Comitato per la Corporate Governance nel mese di gennaio 2020.
Rafforzamento del processo di pianificazione strategica
In relazione al processo di pianificazione strategica, il Piano ne prevede il
rafforzamento in modo da assicurarne la necessaria reattività all’evolversi
degli scenari ipotizzati nel piano industriale e consentire un più efficace
processo di valutazione dei rischi, anche in via prospettica, ai fini
dell’adeguata definizione del complessivo fabbisogno di solvibilità.
Attività di verifica sulla funzionalità dell’organo amministrativo e dei comitati
endoconsiliari

Il Comitato per il Controllo sulla Gestione ha definito un piano delle attività di
verifica sulla funzionalità dell’organo amministrativo e dei Comitati endoconsiliari
che dovranno essere condotte, con il supporto delle funzioni
aziendali di Compliance e Internal Audit, nel corso dell’anno 2021.
Il Comitato per il Controllo sulla Gestione ha altresì approvato alcune
modifiche al proprio regolamento.
Rafforzamento delle funzioni internal audit e risk management
Il Consiglio di Amministrazione ha adottato misure volte al rafforzamento
quali-quantitativo delle funzioni internal audit e risk management della
Compagnia.
In questo contesto, la Compagnia si è altresì riservata di integrare il piano di
audit per il 2021 tenuto conto delle più ampie misure contemplate dal Piano,
in ottica di progressivo avanzamento del sistema dei controlli interni.
Rafforzamento processo ORSA
Il processo ORSA verrà rafforzato al fine di consentire all’organo
amministrativo di valutare compiutamente il profilo di rischio del gruppo e
delle diverse controllate e definire il fabbisogno complessivo di solvibilità.
Piano strategico sulla tecnologia della informazione e comunicazione (ICT)
Entro il primo semestre del 2021 sarà adottato un piano strategico sulla
tecnologia della informazione e comunicazione (ICT), che includerà le misure
in materia di cyber security aziendale, al fine di assicurare l’esistenza e il
mantenimento di una architettura complessiva dei sistemi integrata e sicura
dal punto di vista infrastrutturale e applicativo, adeguata ai bisogni della
Compagnia, in linea con la normativa applicabile.
(b) Gestione degli investimenti immobiliari
Il Piano prevede altresì azioni volte al rafforzamento (i) dei presidi di controllo
sugli investimenti nel settore immobiliare e agricolo e (ii) del processo di
valutazione degli investimenti immobiliari da allocare alle gestioni separate.
(c) Gestione della rete agenziale e degli accordi con Coldiretti
Il Piano definisce poi interventi sulla gestione della rete agenziale e degli
accordi con Coldiretti improntati sulle seguenti direttrici: (i) sistema di
remunerazione e incentivazione della rete agenziale, (ii) iniziative volte al
risanamento dei portafogli agenziali in perdita, (iii e iv) processi di controllo
sulla rete agenziale e degli accordi con Coldiretti.
SOCIETÁ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE

Condividi ora!