Veneto: raccolta differenziata al 74,7%. L’assessore regionale Bottacin: ”La nostra Regione vero modello, in materia”. Siamo in testa in Italia e tra i primi in Europa.

di admin
“Con il 74,7% di raccolta differenziata, il Veneto si conferma al primo posto in Italia, ma anche una delle realtà più virtuose, a livello europeo.

 In questo ambito, la nostra Regione è un vero modello”. Così, nel suo intervento alla V edizione dell’Ecoforum Veneto, organizzato da Lega Ambiente, l’assessore regionale all’Ambiente, Gianpaolo Bottacin, ha espresso la sua soddisfazione per i significativi dati, che il Veneto continua a raggiungere nella gestione dei rifiuti. “Siamo un fulgido esempio per molti, come ha spesso confermato anche il ministro dell’Ambiente, Costa – sottolinea l’Assessore – e questo nuovo dato, che, nella fotografia della situazione. al 31 dicembre 2019, sfiora il 75%, conferma che l’obiettivo del 76% è estremamente vicino. Infatti, i vari elementi ci dicono che lo stiamo già raggiungendo, con un anno di anticipo, visto che ci eravamo prefissati di arrivarci, entro la chiusura dell’anno corrente”. “Adesso, ci aspetta un’ulteriore sfida – prosegue l’Assessore – quella del nuovo piano rifiuti, che prevede un incremento ancora maggiore della raccolta differenziata e anche una spinta importantissima, sul recupero e il riutilizzo dei materiali, sviluppando la cosiddetta economia circolare, che prevede quel modello di produzione e di consumo, che implica il riciclo dei materiali e prodotti esistenti, il più a lungo possibile. Una grande attenzione, quindi, ai rifiuti speciali. Un argomento riguardo al quale, come Veneto, riteniamo fondamentale è che, come per il rifiuto solido urbano, tutte le Regioni diventino sempre più autosufficienti. Un obbiettivo indispensabile, per responsabilizzare anche quelle realtà regionali, che ancora non hanno impianti, come, invece, da tempo abbiamo noi, e far sì che provvedano a costruirli”. “In questo contesto – spiega l’Assessore – ho molto apprezzato le parole di Lega Ambiente, in cui, non solo ci viene garantita la massima collaborazione, verso questa prospettiva, ma anche alcune proposte, in vista del nuovo piano”. “Non voglio, infine. dimenticare un’altra nostra grande battaglia – conclude Bottacin –, quella contro gli ecoreati, su cui, da sempre, ci spendiamo, con varie iniziative. Penso ad esempio alla lotta agli incendi, che riguardano i rifiuti, che ci ha visto citati come modello virtuoso, dal comandante nazionale dei Vigili del Fuoco, nell’apposita commissione bicamerale istituita in Parlamento”. Parole consolanti, quelle dell’Assessore regionale, come consolante è la percentuale di differenziazione raggiunta. Ad meliora! Ed è possibile, se, tutti noi, utenti, prima di “versare nel cassonetto”, riflettiamo bene “in quale cassonetto”, dobbiamo versare il nostro rifiuto…, tenendo ben presente che il costo maggiore, nella gestione dei rifiuti, è dato dallo smaltimento, che si facilita, appunto, attentamente differenziando, in precedenza, gli stessi.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!