Covid e la vergogna di chi sta non esercitando il potere oggi.

di admin
Non passa giorno che con la scusa della pandemia il potere centralista, i sindacati e ed i suoi prezzolati seguaci si ergano contro presunti negazionisti e contro lo sviluppo economico. Parole e non fatti. La democrazia quasi non esite più, i media di potere concedono qualche replica a chi cerca di frenare l'onda massimalista e…

E’ di questi  giorni, la frase, in  cui,   il giovanissimo ministro   plenipotenziario,   Di Maio, del partito dei 5stelle che doveva aprire i Palazzi del potere come scatolette, si appresta a dire: qui si fa l’Italia  con  noi o si  muore. Nemmeno i risorgimentisti pensavano a tanto onore quando esrano attaccati al  potere.. Si sacrificavano  per l’Italia e lottavano. Ora questi che hanno preso il potere  nello sconforto generale promettendo  la rivoluzione copernicana, sembrano  pensare solo a prebende per gli amici ed alle poltrone. Scusate il solo, forse fanno anche  altro…( danni?), ma quando  si inventa una scusa o si scatena la paura , poichè  la gente non  è stupida del tutto, occorre partire da una base credibile e poi occorre dare qualcosa di  denaro o costruire qualcosa su delle verità. Ecco allora i lavoratori   spaventati  che sperano di cavarsela  ognuno per se, anche se il  fuoco  brucia  la  casa comune. I  sindacati,  i partiti progressiti  del popolo ed i grassi intellettuali di sinistra , a parole, le famose teste pensanti sganciano100 euro di aumento al popolo  ed ecco tacitati  i protestatari e  i potenti sindacati. Le menti che dovrebbero tutelare il lavoro  e la ricchezza prodotta dal lavoro,( e lavoratori sono  i dipendenti  ma anche i  professionsti,  gli  artigiani , i contadini)    non protestano  mica più contro il loro Governo che non fa quello che è chiamato a fare  e che è in ritardo su tutto. I singoli vanno in  piazza : multati. I sindacati stanno a guardare cosa fa il loro Governo. I partiti di potere "pensano": intano teniamo il potere  che gli altri si  logorino. La piazza invece si scalda ma sempre  nel rispetto delle regole anti COVID-19. Un Governo che pur  avendo a disposizione  risorse mai  avute da nessuno  da quando è nata l’Italia nel 1860, si parla di  oltre 400 mld di euro  possibili, sta a tergiversare,  non presenta piani,  non  offrono soluzioni e soprattuto  non cercano  il consenso democratico  come ha invitato  il Presidente  della Repubblica. I rappresentanti la maggioranza del Parlamento, smentendo le loro dichiarazioni politiche  elettorali,  politico, vanno in Tv, ed in  specie  in quelle sostenute dal potere politico dove  giornalisti e conduttori si sperticano a diffondere il loro  credo, parlano  parlano parlano, e non fanno. Detengono  il potere ed intanto l’Italia va sempre più giù e il  sistema sociale sta saltando. La colpa  poi sarà degli italiani.E si  sa mal comune mezzo gaudio.  Che fare, i  più "bravi"  fuggono icercando fortuna all’estero e come al solito pochi reagiscono a questa farsa politica.

Condividi ora!