“Il rilancio di Verona passa anche attraverso l’Università”.

di admin
Appello del Rettore, Pier Francesco Nocini, e risposta-mozione, in Consiglio Comunale.

Ha scritto il Rettore dell’Università di Verona, Pier Francesco Nocini, in data 18 giugno 2020, ai “principali protagonisti, che segnano la vita amministrativa, economica ed imprenditoriale e sociale della città”: “Chiedo il Vostro sostegno, nel promuovere, attraverso banner, da ospitare sui siti istituzionali delle Vostre Istituzioni ed Aziende, l’opportunità d’iscrizione all’Università di Verona. L’obiettivo è di fare rete, nel rilanciare il desiderio comune di ripresa, a partire da un’offerta formativa dinamica, diversificata e di eccellenza, i cui frutti potranno essere raccolti, nel territorio, e visibili, nella crescita e nell’arricchimento delle competenze culturali e professionali, nei vari settori del sapere. Certo, nella volontà condivisa di fare rete, con e per il territorio, confido nella Vostra disponibilità, a lavorare insieme, per costruire il futuro dei nostri giovani”. Sabato, 27 giugno, a Palazzo Barbieri, i consiglieri comunali veronesi di Lega, preso atto del sentito appello del prof. Nocini, hanno presentato una mozione di supporto all’Università di Verona. Alberto Zelger, quale primo firmatario della mozione: "Accogliamo positivamente l’appello del Rettore dell’Università di Verona. Faremo il possibile, per pubblicizzare l’offerta didattica, in tutti gli spazi, web e non, comunali, coinvolgendo anche le Aziende partecipate e mettendo a disposizione anche
il nostro prestigioso patrimonio edilizio esistente, in previsione d’organizzare grandi eventi promozionali. Ad oggi, l’Università di Verona conta 22.000 studenti: ci auguriamo che la tendenza delle iscrizioni continui ad essere in aumento, mentre la politica deve farsi parte att
iva, affinché tale trend sia costantemente migliore e non essere penalizzato dall’emergenza Covid-19". Gli altri consiglieri, Anna Grassi, Laura Bocchi, Vito Comencini, Thomas Laperna, Paolo Rossi, Roberto Simeoni e Andrea Velard: "In un momento storico, di grande crisi economica, occorre ripartire dalle realtà, già esistenti, sul territorio e, in questo, l’Università di Verona ne è la punta di diamante. Quindi, come gruppo politico, appoggiamo e sosteniamo ogni iniziativa, volta al rilancio e al supporto di queste Ente. L’Università rappresenta un grosso indotto economico e culturale per la nostra città".
Pierantonio Braggio

Condividi ora!