“Verona Wine Days”

di admin
La città scaligera, capitale mondiale del Turismo del Vino.

Il 20 giugno 2018, pubblicammo, su questo giornale online, l’articolo, dal titolo: Nei giorni 27, 28 e 29 giugno 2018, i “Verona Wine Days”. Questo, per attirare la maggiore attenzione sul fatto, che la Camera di Commercio di Verona, che fa parte del network “Great Wine Capitals”, Grandi Capitali del Vino – Bilbao Rioja (Spagna), Bordeaux (Francia), Mainz (Germania), Lausanne (Svizzera), Mendoza (Argentina), Porto (Portogallo), San Francisco Napa Valley (USA) , Valparaìso Casablanca Valley (Cile), Adelaide (Australia) e, appunto, Verona con i “Verona Wine Days”, si pone l’importante obiettivo della promozione dell’ormai determinante e molto richiesto enoturismo: non solo degustare, ma, sempre con il calice in mano, imparare a conoscere le viti, la loro storia, la loro coltivazione, la vendemmia – apprezzata, nel veronese, nel 1788, anche da Johann Wolfgang von Goethe – la stagionatura delle uve, ove necessaria, la vinificazione e l’invecchiamento del nettare d’uva. Un complesso di elementi, che, se bene presentato, interessa non poco al turista, il quale, con l’occasione, ammirerà ed apprezzerà anche il paesaggio. Il tutto costituisce un grande, incisivo, contributo all’evoluzione economica del territorio. Un settore in buona salute spiega il presidente della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello quello dell’enoturismo italiano, che vanta 14 milioni di accessi e un fatturato di almeno 2,5 miliardi di euro. Un settore, che sta decollando, ma, che non sfrutta, tuttavia, tutto il suo potenziale economico e occupazionale. La Camera di Commercio, per favorire lo sviluppo del turismo, ha puntato molto sul ruolo di bandiera dei nostri vini, entrando a far parte del network Great Wine Capitals, che riunisce le capitali mondiali dell’enoturismo, territori tutti da gustare e da visitare. Una “squadra” di 10 campioni del mondo del vino, che puntano sui flussi turistici generati dal vino, offrendo agli operatori maggiori possibilità di sviluppo dell’originale fonte di business”. In occasione del Meeting semestrale di Great Wine Capitals, il network internazionale delle Capitali dell’enoturismo, in cui Verona rappresenta l’Italia, la città scaligera ospiterà, oltre ai delegati delle 10 capitali dell’enoturismo mondiale menzionate, giornalisti e bloggers internazionali che, grazie ad un programma studiato appositamente per loro, vivranno a Verona un’esperienza unica, provando un assaggio delle emozioni più autentiche, che il nostro territorio può offrire. Giornalisti e bloggers sono stati selezionati in ambiti strettamente collegati alla rete Great Wine Capitals, per cui, i Paesi di provenienza sono, infatti, quelli delle citate Capitali del vino. Il gruppo di giornalisti e travel bloggers sarà guidato alla scoperta dalla nostra storia, delle tradizioni, dei paesaggi e dei sapori, proponendo loro atmosfere ed itinerari ad elevata attrattività turistica, come la serata di benvenuto del 27 giugno, in cui potranno degustare oltre 150 vini, vincitori del Concorso enologico Verona Wine Top e gli oli vincitori di Verona Olive Oil Contest. Nei giorni successivi, gli stessi potranno conoscere Verona e la provincia con un tour, fra le cantine vincitrici della prima edizione del Concorso enologico Best of Wine Tourism, momento centrale ed attesissimo dell’attività dei paesi membri della rete Great Wine Capitals. Non mancheranno degustazioni dei prodotti tipici, che fanno di Verona un territorio tutto da gustare, ed una serata in Arena, per conoscere un’altra perla, fra le esperienze, che si possono vivere solo nella nostra città. Scopo essenziale del tutto è promuovere la “Destinazione Verona” puntando sull’enoturismo e il turismo esperienziale, sfruttando le enormi potenzialità delle reti internazionali e le nuove forme di comunicazione, offerte dal web 2.0 e dai social network. Verona Wine Days si concluderà il 29 con l’ingresso di Losanna (Svizzera) quale 10 capitale del turismo del vino e con la premiazione dei vincitori veronesi della seconda edizione del Concorso Best of Wine Tourism, un prestigioso concorso internazionale ed annuale di Great Wine Capital, che premia le aziende vitivinicole e di servizio nel mondo, che si distinguono per la qualità della loro attrattività turistica. Si può concorrere in diverse categorie. Sei sono i settori previsti per le imprese vitivinicole: ricettività, ristorazione, architettura e paesaggio, arte e cultura, esperienze innovative per l’enoturismo e politiche sostenibili per l’enoturismo. Sette imprese veronesi sono entrate nel palmares di Great Wine Capitals, per altrettante categorie: architettura e paesaggio – Guerrieri Rizzardi; arte e cultura – Villa della Torre; esperienze innovative nell’enoturismo – Masi Wine Experience; pratiche sostenibili nell’enoturismo – Cantina Monteci; ricettività – Musella Winery Country Relais; ristorazione: Buglioni Wine Resort, e, servizi per l’enoturismo: Veronality. Tutte le 49 imprese partecipanti al concorso, entrano a far parte della Guida “Verona Wine Tourism”, pubblicata dalla Camera di Commercio di Verona e distribuita in Italia e nel mondo. La Camera di Commercio di Verona, in occasione della tre giorni in tema – 27/29 Giugno 2018 – ospiterà una mostra curata dall’Osservatorio Monografie d’Impresa, che proporrà alcune Monografie Aziendali dei settori Vitivinicolo e Oleario, presenti nel suo Archivio di Verona. Si tratta di oltre 90 opere, provenienti da tutto il territorio italiano, che raccontano passato, presente e prospettive per il futuro di grandi e piccole realtà. L’attraente e simpaticissimo disegno-dipinto, dedicato ai Verona Wine Days, che sopra riproduciamo, è dovuto alla mano d’una studentessa dell’Accademia di Belle Arti Giambettino Cignaroli, Verona. L’opera d’arte propone l’aspetto del fecondo territorio veronese, con il suo abbondante enoagroalimentare, guarda caso, racchiuso in una bottiglia, orizzontale, con l’apertura a destra… Ai Verona Wine Days, dunque, non manca nulla: un complesso, che otterrà certamente il massimo successo, anche perché abbondantemente innaffiato, d’ottimo vino, tutto “veronese”!

Condividi ora!