La Germania filtelica rende omaggio a Verona

di admin
Attraverso i francobolli e il lavoro del dr. Joachim Loske, Gau-Algesheim, con la sua Associazione Filatelica, il Verein für Briefmarkenkunde 1984 e.V., è sempre vivo il gemellaggio fra Verona e Magonza-Bingen, creato nel 1952.

A ricordare fatti ed accadimenti, non ci sono solo la stampa, la televisione o il computer – elementi, che rispettiamo e che sono alto segno del progresso dell’umanità – ma, vi sono anche i francobolli, i timbri postali, di solito celebrativi, nonché ottime cartoline e speciali buste. Oggetti, che parlano da soli. Basta esaminarli, con attenzione, si ricavano da essi sapere e cultura. Certo, occorre anche la mano paziente dell’uomo e, meglio, dell’appassionato alla cosa. L’uomo, nel caso in esame, è il dr. Joachim Loske, che è strettamente legato, nel pensiero e nei fatti, a Verona, come dimostra il contenuto di quanto, di seguito, riportiamo: Nell’ampio quadro delle relazioni culturali fra Verona e Magonza-Bingen, iniziate con il gemellaggio del 1952, quarant’anni più tardi, nel 1992, il dr. Joachim Loske, fondatore, nel 1984, dell’Associazione Filatelica di Gau-Algesheim, distretto di Magonza-Bingen, non volle vedere trascurato il settore filatelico, nei contatti con Verona. Fu così che, nel novembre 1990, il direttivo del citato Verein für Briefmarkenkunde, Gau-Algesheim, formato da Ursula Knopper (†), Wilfried Bürger e dal dr. Joachim Loske stesso, fu ospite a Verona, in occasione della 75ª Veronafil, la Fiera Internazionale della Filatelia e della Numismatica, organizzata dall’Associazione Filatelica e Numisnatica Scaligera – ne era presidente Guido Strapazzon. Lincontro fu propizo per gettare le basi d’una stretta colaborazione, tuttora in atto. Nel 1992, una delegazione della Scaligera fu, quindi, a Gau-Algesheim, in occasione della Mostra, classe 3, dedicata ai giovani. Nel 1995, nel quadro dell’esposizione veronese dal titolo „Mostra di Posta militare e tradizionale“, tenutasi nell’ambito dell’84ª Veronafil, il Verein für Briefmarkenkunde 1984 e.V., nella persona del suo presidente, dr. Loske, espose importante materiale sotto il titolo “Posta militare nella seconda guerra mondiale“, che fu premiato con un prestigioso „Grande Vermeil“. 1999: nuovo incontro, in occasione della 93ª Veronafil e, nel 2000, 94ª Veronafil, si rinnovò la presenza a Verona del Verein für Briefmarkenkunde, Gau-Algesheim, per festeggiare il X Anniversario del Gemellaggio con la „Scaligera“: ci fu la grande Mostra del Decennale, nella quale Gau-Algeheim espose, in cinque quadri, documenti celebrativi e commemorativi dei dieci anni di Gemellaggio con la „Scaligera“. Nel dicembre 2000, i veronesi furono nuovamente a Gau-Algesheim, guidati dal presidente Giuseppe Citarella, in occasione del locale Mercatino di Natale e della mostra „10 anni di gemellaggio filatelico con Verona“, nella quale erano esposti sei quadri, contenenti documentazione filatelica, dei quali uno del giovane Pietro Strapazzon. Nel maggio 2003 – 100ª Veronafil – il Verein für Briefmarkenkunde 1984 e.V. donò alla Scaligera un dipinto di un proprio socio, riproducente Gau-Algesheim stessa, mentre tre soci dell’Associazione tedesca esposero proprio materiale. Mel 2008, venne a mancare – scrive il dr. Loske – l’esperto amico ed ex presidente, Guido Strapazzon, che, se fosse vissuto, avrebbe visto progredire magnificamente la Veronafil, che nel maggio 2018, aprirà i propri battenti per la 130ª volta. Comunque, le filteliche Verona e Gau-Algersheim sono sempre in contatto, non solo, per email, ma anche con lo scambio di notizie, di riviste, di buste e cartoline commemorative delle proprie manifestazioni, con tanto di speciali annulli. Cartoline, che – sottolinea Loske – nascono in base a bozzetti degli stessi soci dell’ Associazione “Scaligera” o di artisti locali, e, quindi, munite di timbri celebrativi e adatte a creare, una bella, significativa collezione”…
Il grande amico di Verona e della sua filatelia, dr. Loske, ora, presidente ad honorem dell’Associazione di Gau-Algesheim, ha avuto il piacere e la pazienza di porre assieme collezione di cartoline e di buste con annulli commemorativi, relative alle diverse Veronafil citate: un ampio complesso di circa 150 fogli, sui quali sono atentamente applicati i detti 150 pezzi – usciti a partire dalla 75ª Veronafil. Tutto da esporre nel Mercatino ntalizio 2017 di Gau-Algesheim… Buste e cartoline di manifestazioni filateliche veronesi precedenti al 75° convegno veronese, non sono presenti, nella mostra citata, in quanto introvabili. Il dr. Loske, quanto a pezzi delle manifestazioni anteriori ala 75ª √eronafil, ha potuto compiacersi d’inserire solo quelli della 29ª Veronafil del 1967 e della 64ª del 1985. Così egli ci riferisce….e comprendiamo il suo problema. Ma, da tutto ciò, un importante fatto vigorosamente emerge: l’attenzione per Verona, che sarà, quindi, ricordata e posta in luce a Natale, a Gau-Algesheim, a cura, appunto, del dr. Joachim, che vediamo nella foto. Egli recorda e saluta attrverso i suoi francobolli, le sue cartoline e i suoi annulli “veronesi”, cosa per la quale cordialmente lo ringraziamo – anche perché, con la sua mostra, dà incisivo risalto alle importantissime Veronafil, nate nel lontano 1935 – sottolineando come la Filatelia si ancora valida creatrice di ricordi e di grande amicizia nazionale e, nel nostro caso, internazionale.

Condividi ora!