Giardini Reali, Venezia. Li restaurano Generali

di admin
Premiato, con lo speciale ”Art Bonus”, il relativo progetto. Senza numero i turisti a Venezia, ma, pochissimi hanno fatto un modesto “sopralluogo” ai verdi Giardini Reali, situati a due passi, dietro alle Procuratie nuove, da Piazza San Marco. Una struttura particolare e difficile da incontrare, in altre zone della città marciana. Caduti in dimenticanza da…

Assicurazioni Generali hanno ricevuto il Premio speciale ‘Art Bonus’, per il progetto di restauro dei Giardini Reali di piazza San Marco, a Venezia. Esso viene assegnato nell’ambito del Corporate Art Awards 2017, evento che precede un riconoscimento alle aziende, che, oltre la loro attività, si distinguono con progetti, che valorizzano l’arte e il patrimonio artistico.
Il Corporate Art Awards è organizzato da pptArt in collaborazione con la Luiss Business School e il Ministero italiano per i Beni e le Attività Culturali ed è stato assegnato, oggi, a Roma presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. I vincitori dei premi nelle diverse categorie sono stati ricevuti dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
L’importante intervento di Generali avviene in partnership con Venice Gardens Foundation Onlus e prevede il restauro botanico e paesaggistico dei Giardini, a cura dell’architetto Paolo Pejrone, il restauro del Padiglione neoclassico di Lorenzo Santi e del Pergolato, ormai in rovina, con progetto dell’architetto Alberto Torsello, il ripristino della Serra, con il progetto Aymonino-Barbini-Torsello, e il restauro dello storico Ponte Levatoio, che collega i Giardini Reali con la Piazza San Marco e con il sistema museale dell’Area Marciana.
Siamo orgogliosi di ricevere questo riconoscimento. Il progetto di restauro dei Giardini Reali è collegato, insieme a quello delle Procuratie Vecchie, alla più ampia iniziativa The Human Safety Net che interessa l’area marciana – ha affermato Simone Bemporad, Group director of Communications and Public Affairs di Generali un progetto fortemente voluto, come strumento attivo di supporto e partecipazione a servizio della collettività”.
I giardini costituiscono un polmone verde e fiorito, fra pietra e cemento. Sono motivo, anche se non sempre, per introdurci nell’aria pura e danno occasione di riposare e di osservare, con occhio attento, quanto di bello madre Natura ci propone. Osservare anche nei particolari, per scoprire il meglio, che ci viene offerto dalla terra e dalla mano dell’uomo, per dare alla Natura la forma, che meglio si confaccia al nostro modo di vedere e di pensare.
Ci torna, quindi gradito, l’intervento di Generali, perché, fra l’altro, attraverso il rinnovato Giardino, offriranno motivo di cultura e di meditazione, derivanti da un’attenta osservazione del verde, dei colori e delle forme, che il Giardino, restaurato, ci proporrà.

Condividi ora!