Incontro pubblico sul tema: Chi vogliamo nelle Partecipate

di admin
Il convegno è previsto per lunedì 27 novembre, presso L'Educandato agli Angeli, Verona.

Un tema importante, troppo trascurato e che, quindi, va assolutamente chiarito. A tale scopo, "Le competenze in Comune", gruppo di professionisti veronesi, impegnati sul fronte della trasparenza e delle competenze professionali nelle nomine nelle aziende partecipate del Comune di Verona, promuove per lunedì 27 novembre, alle ore 17.30, presso l’Educandato agli Angeli (via Cesare Battisti, 8 – Verona) il convegno sul tema: "Chi vogliamo nelle Partecipate"?  I professionisti citati, nel luglio scorso, si erano resi promotori d’una lettera aperta, indirizzata al Sindaco del Comune di Verona e all’Assessore alla Trasparenza, nella quale chiedevano la revisione del Regolamento comunale, al fine di istituire modalità trasparenti, per la nomina dei vertici delle Aziende Partecipate, utili a valorizzare le competenze dei candidati. Gli interessati sono stati già stati sentiti dalla Conferenza dei Capigruppo, all’audizione, che si è tenuta in Comune a Verona, lunedì 20 novembre. Nel convegno di lunedì prossimo, si tornerà a ribadire la necessità di un buon regolamento comunale sulle nomine, che renderebbe meno semplice per la politica, prescindere completamente dalle competenze. Milano, Torino e Firenze restano, in questa direzione, esempio di buone pratiche. Nel dibattito moderato da Marzio Breda, giornalista del Corriere della Sera, porteranno la loro esperienza Ada Lucia De Cesaris, già vicesindaco del Comune di Milano, e Giovanni Maccagnani, ex assessore del Comune di Verona. Nella lettera menzionata si chiedeva di: 1. Istituire che i CV dei candidati siano resi pubblici prima della nomina; 2. Istituire un giudizio preliminare da parte di una commissione di esperti o, quanto meno, un’audizione dei candidati, presso una Commissione consiliare; 3. Istituire che il provvedimento di nomina debba motivare, in modo esplicitom la scelta, comparando i vari candidati, e, 4. Istituire che il provvedimento di nomina venga reso pubblico, lecompetenzeincomune@gmail.com.

Condividi ora!