Alla XVII Fiera del Bollito di Isola della Scala, Verona, “péarà, cotechino, manzo e lingua bolliti”…

di admin
La tradizionale cucina veronese, protagonista del grande evento, per appassionati e degustatori.

Diciamolo in dialetto veronese: Péarà, códeghìn, mànzo e léngua bóìdi… La tradissionàl e delicàda cusìna veronese, protagonista àla XVII Fiera del Bóì, de Isola déla Scàla, Verona. L’importante evento si rinnoverà dal 9 al 26 novembre 2017, presso il Palariso di Isola della Scala, tutto dedicato, in grande festa, al celebre piatto veronese citato e sempre più gradito anche ai turisti, presenti nella città scaligera. Un piatto, che sarà attentamente preparato da varie macellerie veronesi, in competizione fra loro.

Il menù sarà costituito, non solo di bolliti, ma, anche d’altre portate tipiche dell’autunno: dalle notissime agli anziani, e sconosciute ai giovani, tagliatelle con i fegatini, alle trippe, ai tortelli di zucca al castagnaccio, non trascurando, ovviamente, l’immancabile “risotto all’isolana”. Per il pranzo dei giorni feriali, i numerosi stands prepareranno, oltre a bolliti e péarà, anche risotto all’isolana e altri primi e secondi, a giorni alterni. Le sere, e la domenica, anche a mezzogiorno, verrà proposto il menù completo. Come nelle precedenti edizioni, la qualità di bolliti e péarà sarà verificata da un’apposita commissione di esperti, che, durante l’evento, degusteranno, controllando, e valuteranno i piatti serviti dalle diverse macellerie. La sera dell’inaugurazione, giovedì 9 novembre, vi sarà pure l’ormai navigata e essenziale III edizione del Concorso Gran Vin Brulé, che vedrà alcune Pro Loco scaligere sfidarsi, nella preparazione della tipica, originale, calda e sempre gradita bevanda veronese dei mesi invernali, prodotta con vari tipi di vini del territorio scaligero. Un concorso, quest’ultimo, organizzato, in collaborazione con la benemerita Unpli, Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, Verona. Ad ingresso gratuito, la Fiera sarà aperta tutti i giorni ed il suo programma prevede, naturalmente, anche diversi spettacoli, pure gratuiti. Data la costante, importante crescita della presenza di pubblico, alle precedenti edizioni, la manifestazione, quest’anno, disporrà d’una tensostruttura riscaldata, adiacente al Palariso, che ospiterà un’esposizione campionaria e un’area per spettacoli e minigolf.

Una fiera, dunque, quella che aprirà i battenti il 9 novembre, di grande richiamo e che, se da un lato, contribuisce alla maggiore animazione di Isola della Scala, rendendola anche sempre più nota, promuove incisivamente l’agroalimentare veronese, il suo fecondo territorio e la relativa economia.

Pierantonio Braggio

Condividi ora!