Sicurezza ed educazione stradale: la polizia municipale entra a scuola per sensibilizzare i ragazzi.

di admin
Oggi nella sede M. Voltolini di Scaligera Formazione a Chievo la Polizia Municipale di Verona è intervenuta dedicando una mattinata di formazione ai ragazzi delle classi terze per sensibilizzarli sul tema della prevenzione incidenti stradali. Così i ragazzi hanno potuto ascoltare e confrontarsi con il grande tema dell’educazione alla guida e capire l'importanza del rispetto…
Secondo gli ultimi dati ACI – ISTAT ci sarebbero, sulle nostre strade, circa 500 incidenti al giorno e 30 feriti all’ora. Inoltre le statistiche dicono che 57 italiani su un milione muoiono in un incidente stradale. Un dato che, sebbene in calo, desta ancora preoccupazione. (fonte Asaps.it il portale della sicurezza stradale).

Quando si guida bisogna essere concentrati al massimo ed evitare ogni forma di distrazione come armeggiare con lo smartphone o con la radio.
Oggi in Scaligera Formazione ci sono state due testimonianze molto toccanti e purtroppo drammatiche. Il papà di Costanza Mancini ha raccontato la storia della figlia diciassettenne che era seduta sul sedile posteriore dell’auto e non portava la cintura di sicurezza, prima operata per il trauma cranico provocato dall’impatto, poi tenuta per giorni in coma farmacologico, infine morta.

Ha raccontato la sua storia anche il signor Graziano Gianbenini, che a causa della nebbia si è scontrato con altre macchine e ora è in sedia a rotelle. Qui la sua testimonianza.

Il messaggio che vogliamo far passare a questi ragazzi anche portando in classe casi drammatici come i due che sono stati raccontati oggi è che l’attenzione e il rispetto delle norme stradali è fondamentale, e che  la prevenzione è una delle poche armi che abbiamo per evitare spiacevoli incidenti.
Scaligera Formazione, tra l’altro investe in prevenzione anche attraverso la scuola  di Autoriparatore dove si insegna l’importanza di viaggiare con mezzi sicuri e ben manutenuti.
Anche questo è un messaggio importante che va diffuso attraverso la scuola.

Condividi ora!