SI È SVOLTO OGGI NELLE SCUOLE DEL VENETO “LA TERRA VISTA DA UN PROFESSIONISTA: A SCUOLA CON IL GEOLOGO”.

di admin
“La terra vista da un professionista: a scuola con il geologo”: questo il titolo dell'evento nazionale che oggi ha coinvolto, in Veneto, una dozzina di scuole.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della "Settimana del Pianeta Terra", giunta alla sua 5^ edizione: una manifestazione annuale di conoscenza della cultura scientifica e delle particolarità geologiche e naturali del nostro Pianeta (www.settimanaterra.org).

“L’Ordine dei Geologi della Regione del Veneto guarda con grande attenzione alle attività nelle scuole, tanto da aver fondato un’apposita Commissione strategica – sottolinea Veronica Tornielli, coordinatrice della Commissione scuola dell’Ordine regionale –. Per questo abbiamo preso parte con grande piacere a questa iniziativa promossa dal Consiglio Nazionale dei Geologi (Cng) che si rivolge ai ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado”. Per l’area veneta particolare riferimento è stato fatto al potenziale rischio sismico e idrogeologico ma non sono mancati focus sulle particolarità locali che, con l’aiuto della memoria storica, hanno messo in evidenza fenomeni passati e potenzialmente ripetibili, come il terremoto, oppure particolarià geologiche uniche al mondo come le nostre bellissime Dolomiti.

Nasce così una prima rete di collaborazione tra le scuole e i geologi, con il comune obiettivo di promuovere la conoscenza dei fenomeni naturali e al tempo stesso rendere consapevole la comunità scolastica dei possibili rischi che possiamo correre, per prevenirli. Nel corso della giornata sono intervenuti nelle classi degli istituti veneti sia geologi professionisti sia geologi o naturalisti da molti anni dediti all’insegnamento delle Scienze della Terra ai giovani studenti.

“L’Ordine dei Geologi del Veneto ha affiancato il Cng in questa iniziativa di livello nazionale in quanto crede che le scelte politiche future degli studenti di oggi debbano passare necessariamente da un percorso di condivisa consapevolezza che i fenomeni naturali ci sono e ci saranno sempre e che sta a noi abbassare il rischio di danni con politiche preventive lungimiranti, a cominciare dalla scuola” conclude Tornielli.

Hanno preso parte all’iniziativa le seguenti scuole:

Scuola Secondaria di I grado Gian Giacomo Felissent, Treviso;

Scuola Secondaria di I grado A. Mantegna, Treviso;

IT e ITS Fermi, Treviso;

Scuola secondaria di I grado G.A. Farina, Mestre;

Scuola Secondaria I grado L. Montalcini, Mogliano Veneto (TV);

ITES L. Einaudi, il Liceo G. Galilei, Verona;

Liceo N. Copernico, Verona;

Scuola Secondaria di I grado L. Da Vinci, Papozze (RO);

Liceo Scientifico G. Galilei, Belluno;

IIS U. Follador – A. De Rossi, Agordo (BL);

Liceo Scientifico E. Fermi, Padova.

Condividi ora!