Agricoltura e reddito.

di admin
Urgente l’ammodernamento delle tecniche produttive e una nuova visione della commercializzazione.

Le opportunità per creare reddito in agricoltura ci sono ma serve un nuovo approccio. Avanzate tecniche agronomiche e una nuova gestione commerciale, per la vendita delle produzioni: sono questi i capisaldi dell’iniziativa-convegno, a cura del Consorzio Agrario del Nordest, www.agrinordest.it, dal titolo “Coltiviamo reddito – In campo, con il Consorzio Agrario”, tenutosi nei giorni 24 e 25 agosto 2017, presso l’Azienda Agricola Sant’Ilario, Miana Serraglia, Mira, Venezia. Le due giornate sono state dedicate ai quattro obiettivi fondamentali dell’azienda agricola: incremento del reddito, delle rese, della qualità e della sostenibilità. Un tutto, realizzato, attraverso prove in campo, la presenza di 37 espositori, uno workshop e relazioni esplicative, da parte dei tecnici del Consorzio, ai circa 10 mila imprenditori agricoli, provenienti da sette province, ossia, Venezia, Padova, Rovigo, Vicenza, Verona, Mantova e Brescia. A disposizione erano 40 ettari di innovazione, suddivisi in parcelle dimostrative e sperimentali, per un totale di 300 tesi e 200 varietà a confronto. Ringraziamo la giornalista Ada Senigalia, Verona, ada@sinigalia.it, che ci ha gentilente trasmesso in merito al citato, importante convegno, i risultati dello stesso, che abbiamo riprodotto, qui sopra, in forma riassuntiva.
L’agricoltura, comunque, ha bisogno di “nuovo”, di alta tecnologia, di approfondita conoscenza, di unione fra produttori e innovative iniziative, nel campo della commercializzazione. Questo, perché le capacità e la buona volontà, come la qualità dei prodotti, non mancano, ma, occorre ricordare che sono essenziali l’aggiornamento, per essere all’altezza del rapidissimo progresso, e la studiata forma di vendita, dato che la qualità stessa, ha bisogno d’essere proposta nel modo ed al prezzo migliore. Ci permettiamo aggiungere: non sarebbe conveniente programmare, per esempio, per singola azienda, quanto terreno destinare ad una determinata produzione ortofrutticola, quali varietà mettere a dimora, ecc., onde evitare sovrapproduzioni?
Pierantonio Braggio

Condividi ora!