“Confraternita del Castellano”, Villafranca, Verona.

di admin
Conferimento del “Premio del Castellano”, II edizione, 2017.

Le Confraternite hanno un grande compito: quello di diffondere conoscenza di tradizioni e di storia, nonché di creare amicizia. La “Confraternita del Castellano”– che prende la sua denominazione ufficiale dallo scaligero Castello di Villafranca, Verona, e che è pilotata dal suo priore, dr. Carlo Alberto Ferrarese – oltre a dare realizzazione ai valori sopra citati, mira a porre in risalto, fra l’altro, l’ormai famoso prodotto di qualità locale, che è la “pizza”, anche allo scopo di creare ulteriore animazione nella bella Villafranca. Un incontro speciale avrà, quindi, luogo il 6 luglio 2017, presso l’antico e famoso Bar e Caffè Fantoni – aperto nel lontano 1842, e che sempre e giustamente propone la squisita “Sfogliatina di Villafranca”, ideata da Giovanni Fantoni – per la consegna del Premio del Castellano” menzionato. Il Premio, che mira a promuovere una cultura enogastronomica locale, sarà conferito al giornalista Morello Pecchioli, per il contributo dato alla promozione del Territorio villafranchese, alla ristorazione ed alla cultura dello stesso. Il Premio, opera del noto m° orafo Alberto Zucchetta, Verona – che sarà presente alla cerimonia – è costituito da una coppa in argento massiccio, con parti dorate. Saranno premiati, inoltre, la cameriera professionale più giovane e un rappresentante storico della ristorazione villafranchese: Romolo. La Confraternita del Castellano è costituita dai rappresentati delle pizzerie locali, che hanno partecipato alle ultime quattro edizioni della Festa della Pizza, i quali si sono impegnati a sostenere e a diffondere la leggenda dell’invenzione della Pizza a Villafranca, da parte d’un “Castellano”, nel lontano 1404, e dai precedentemente premiati, per benemerenze nel settore gastronomici descritto.
Importantissima, quindi, l’iniziativa della “Confraternita del Castellano”, perché, oltre a dare origine ad animazione e ad amicizia, contribuisce fortemente alla promozione dell’agroalimentare veronese.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!