L’Olio extra vergine d’oliva veneto e veronese.

di admin
L’importante tema, trattato presso l’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere di Verona.

Hanno aperto l’atteso incontro il presidente dell’Accademia di Agricoltura, avv. Claudio Carcereri de Prati, il segretario della stessa, prof. Vasco Senatore Gondola e il presidente di Coldiretti, Verona, dott. Claudio Valente, che, oltre ad avere giustamente ricordato il concetto di “Nuova agricoltura”, ha sottolineato, come la coltivazione dell’ulivo, oltre a dare il prezioso succo, contribuisca incisivamente anche alla creazione di un particolare e attraente paesaggio. Il prof. Andrea Sbarbati, Università di Verona, ha intrattenuto i presenti sui “Valori salutistici e nutrizionali” dell’olio d’oliva; il dott. Enzo Gambin, direttore dell’Associazione Interregionale dei Produttori Olivicoli, si è soffermato su “Storia e realtà, attributi chimici e sensoriali” dell’extra vergine; Franca Castellani, coordinatrice regionale Donne Impresa, sottolineato come un buona parte delle aziende agricole sia, oggi, condotta da donne, ha giustamente presentato “L’olio extra vergine d’oliva come eccellenza del Veneto”, e Andrea Volani, responsabile per le certificazioni di qualità dell’Associazione Interregionale dei Produttori Olivicoli, ha illustrato, anche dal punto vista pratico, le “Tecniche di valutazione dell’olio d’oliva, nell’ottica delle neuroscienze”. Moderatore del convegno, tenutosi il 21 giugno 2017, è stato Daniele Salvagno, presidente del Consorzio Olio Veneto Valpolicella Dop.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!