L’instancabile Riccardo Bobbo (primo Veneto) si aggiudica il terzo posto al campionato italiano Juniores

di admin
Si sono svolti ieri, a San Salvatore di Montecarlo (LU), nel cuore della Toscana, i Campionati italiani di ciclismo su strada della categoria juniores. Al via oltre 170 corridori con le rappresentative di Veneto ( 24 corridori) e Lombardia (26 corridori) tra le più numerose. Il Veneto vuole la gara dura e subito al primo…

Accade spesso nel ciclismo, ma solitamente gli atleti che costruiscono la prima parte di gara non sono quelli che arrivano sul finale, anche perché il tracciato è impegnativo, ci sono gli uomini migliori d’Italia ed il caldo complica la situazione. E’ con questo spirito che Bobbo inizia la sua azione. Il gruppo però fin da subito non è molto reattivo. Al quarto giro, Filippo Simeoni cade, per fortuna senza gravi conseguenze, e si aggiungono alla testa della corsa Samuele Manfredi e Alessio Acco, che sebbene rappresentano per l’occasione rispettivamente Liguria e Toscana, in realtà sono compagni di squadra al Team Romagnano Mami’s Caffè Guerciotti. Guadagnano subito circa un minuto e mezzo sui più immediati inseguitori, un gruppetto di 14 unità che vede a controllare la gara altri veneti; Mazzucco, compagno di squadra proprio di Bobbo e Petrucci ( Contri Autozai Bianchi).
Il mancato accordo tra i 14 facilita l’impresa ai fuggitivi che intanto raggiungono oltre 3 minuti di vantaggio sul gruppo e vedono sempre più vicino l’obiettivo, anche se mancano ancora 60 km di gara. Nencini cede, mentre Riccardo Bobbo con evidenti segni di stanchezza in volto stringe i denti e grazie alla sua forza di volontà rimane ancorato ai nuovi compagni di fuga. Al penultimo giro, sulla salita di Montecarlo, Manfredi accelera, stacca tutti e guadagna una decina di secondi su Acco e una ventina su Bobbo. Poi ci ripensa, aspetta il suo compagno Acco e con lui inizia una cronometro a due. Intanto nelle retrovie la notizia che Bobbo si è staccato giunge a Mazzucco che vedendo Innocenti allungare sul gruppo prende il via, fino a superare Innocenti e raggiungere Bobbo. Un’altra cronometro, ma purtroppo tardiva. Si formano così al comando due coppi: la prima formata da Manfredi e Acco (Team Romagnano Mami’s Caffè Guerciotti) e la seconda da Bobbo e Mazzucco ( Borgo Molino Rinascita Ormelle). Un arrivo particolare per un campionato italiano. I primi due si accordano, non c’è volata e si aggiudica il titolo di campione italiano Alessio Acco. Manfredi infatti conta di vincere il titolo la settimana prossima, nella specialità cronometro, essendosi già aggiudicato lo stesso titolo per due anni consecutivi nella categoria allievi. Anche i secondi due non fanno volata e, con un  minuto di ritardo sui  vincitori, si aggiudica il podio Riccardo Bobbo. In quarta posizione Mazzucco. A 1’41” Innocenti chiude al quinto posto, mentre il gruppo a 2’07” è regolato in volata da Visintainer.
ORDINE D’ARRIVO:
1. Alessio Acco (Romagnano Guerciotti Mami’s Caffè/Toscana)
2. Samuele Manfredi (Romagnano Guerciotti Mami’s Caffè/Liguria)
3. Riccardo Bobbo (Borgo Molino Rinascita Ormelle/Veneto) a 1’01”
4. Fabio Mazzucco (Borgo Molino Rinascita Ormelle/Veneto)
5. Andrea Innocenti (Gs Stabbia Ciclismo/Toscana) a 1’41”
6. Lorenzo Visintainer (Campana Imballaggi Team Sudtirol/Trento) a 2’07” 
7. Martin Marcellusi (Il Pirata Ip Zannoni/Lazio) a 2’09”
8. Federico Mascheroni (Energy Team/Lombardia)
9. Marco Grendene (Borgo Molino Rinascita Ormelle/Friuli Venezia Giulia)
10. Jacopo Pesenti (Gs Massì Supermercati/Lombardia)

Condividi ora!