Camera di Commercio di Verona. I primi tre mesi del 2017, con export in grande volo.

di admin
I prodotti veronesi hanno preso la via dell’estero, con un confortante +14,1%, rispetto allo stesso trimestre 2016. Si tratta di un importo di oltre 2,7 miliardi, che conferma l’accresciuta competitività, in qualità e in prezzo, dei prodotti scaligeri, sui mercati mondiali.

Attivi il calzaturiero e il marmo, ma, volano gli alimentari, vino e ortofrutta, e buona è la domanda dalla Russia. Un risultato, quello citato, che corrisponde al doppio della media veneta, per cui Verona si conferma la 10ª provincia italiana per l’export – che comprende, ovviamente, anche i servizi – e l’8ª, per l’aumento del fatturato con l’estero.
Di solito, il primo trimestre è al rallentatore, perché il grosso delle operazioni di vendita finisce con l’anno solare, per questioni di bilancio aziendale – spiega il presidente della Camera di Commercio di Verona, Giuseppe Riello. Nei primi mesi dell’anno, si riparte e ci vuole tempo prima di chiudere altri ordini. Ne deduco che, se Verona è partita con questo sprint, c’è da aspettarsi un anno da ricordare, almeno per l’export. Non mi stanco a evidenziare che le Pmi, che operano sul mercato interno, tranne quelle della filiera turistica e del suo indotto, ancora faticano a riprendere quota. In altro campo, attualissimo e molto importante, la Camera di Commercio sta portando avanti due progetti di digitalizzazione delle Pmi, Google Eccellenze, in Digitale, e Ars Digitalia, per cercare di promuovere il ricorso all’e-commerce, un modo più semplice, per integrare il fatturato sul mercato interno. Il primo è dedicato a tutte le imprese, il secondo ai comparti del mobile e del marmo, quelli in maggior difficoltà, anche se stanno recuperando, in termini di export. Sulla termomeccanica, per quanto, Verona sia la prima provincia italiana, per esportazioni di caldaie e radiatori, dopo un 2016 positivo, è tornato il segno meno, purtroppo”.

ESPORTAZIONI VERONA-MONDO PER MACRO SETTORE

Settori

1° trim. 2017

Var.% 2017/2016

Peso% sul I trim.2017

Macchinari

524.477.660

17,4

19,3

Alimentari

321.026.772

10,5

11,8

Tessile/Abbigliamento

243.680.923

14,4

9,0

Bevande

221.883.208

11,0

8,2

Ortofrutta

177.149.652

19,2

6,5

Calzature

105.567.410

4,3

3,9

Marmo

96.178.732

2,5

3,5

Termomeccanica

29.894.928

-2,3

1,1

Mobili

23.652.759

3,5

0,9

Altri prodotti

971.503.727

16,7

35,8

Totale export

2.715.015.771

14,1

100,0

Fonte: Centro Studi Camera di Commercio di Verona su dati Istat – Coeweb al 31/03/2017

Dati confortanti, quelli del comunicato del 12 giugno 2017, emesso dalla Camera di Commercio. Comunicato, che pone in luce, come l’imprenditoria veronese sappia dare incisiva realizzazione alla propria esperienza, alla propria capacità, superando, con tenacia, ogni sorta di ostacoli e di rischi, e creando ricchezza. Le percentuali –  vedi il dettagliato prospetto qui unito – parlano da sole e fanno prevedere, con soddisfazione, un trend positivo per il futuro. Che auguriamo e ci auguriamo, si confermi e migliori, nei tre trimestri a venire.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!