Riqualificato Largo Gonella a Verona. La piazzetta si trova accanto ai romani Portoni Borsari.

di admin
Che Verona continui a rinnovarsi è vero ed è cosa ottima, ma, il rinnovato va attentamente seguito e rispettato. E questo è compito dei cittadini. Infatti, è inutile risistemare piazze e giardini – cosa lodevolissima – se, poi, tali due importanti elementi, si trasformano, nel tempo, in raccolta d’immondizie. Quanto alle piante, altrettanto importanti e…

Questo, per dire che sarebbe un vero peccato, se Largo Gonella – Guido Gonella, 1905-1982, maestro in filosofia del diritto e ministro – reso importante dalla presenza della Casa di Nicolò Giolfino e ora completamente riqualificato, ricadesse allo stato, miserrimo, precedente. Ci auguriamo che tale largo non ridiventi deposito di biciclette e di moto e che venga dovutamente rispettato quanto a pulizia. La spesa di 180.000.-€ è servita a rinnovare un’area di 450 mq, con un pavimento in cubetti di porfido, posato ad archi, abbellito da due ampie fioriere – che non devono diventare contenitori d’immondizia – e da tre verdi alberi, ben adatti all’ambiente – cinque elementi, che meritano massima cura – è ora un grande spazio pedonale, molto decoroso e attraente, delimitato da adatti paletti. Il tutto sarà tenuto sotto controllo dalla Polizia Municipale. Hanno inaugurato il rinnovato Largo Gonella gli assessori Luigi Pisa e G.A. Caleffi, nonché l’arciprete della Chiesa dei S.S. Apostoli, mons. Ezio Falavegna, che impartendo la benedizione, ha sottolineato, che non ha inteso trasmetterla alla piazzetta, ma a coloro che la frequenteranno, onde trovino nella stessa “serenità’ e “motivo d’amicizia”. Quanto a Nicolò Giolfino (1475-1555), abitò, appunto, nella casa, che s’affaccia su largo Gonella e abbellì la facciata di eccellenti affreschi, purtroppo, in buona parte spariti, anche se, se non andiamo errati, mani pietose li avevano fatti rivivere, negli anni Trenta del 1900. Egli fu anche pittore – sue eccellenti opere si trovano nella Basilica di Santa Anastasia, nel Duomo e nella Chiesa benedettina di Santa Maria in Organis, Verona. Una lapide, senza data e posta a sinistra della facciata recita: CASA DI NICOLÒ GIOLFINO TRA I PITTORI VERONESI DEL SECOLO DECIMOSESTO CELEBRE NEGLI AFFRESCHI PER LA GAGLIARDA ESPRESSIONE DEI VOLTI E LA VIVACITÀ DELLE TINTE. Ed è vero. Basta ammirare i suoi dipinti, nei templi citati, per rendersi conto della straordinarietà delle sue opere, che, nei fatti, sono parte della grande Scuola veronese di pittura. Largo Gonella: così riqualificato, dati i personaggi, che gli danno la denominazione, è, quindi, motivo, certamente di momenti di serenità, ma anche di stimolo ad approfondimenti culturali.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!