Rischio idrogeologico nel vicentino: Bottacin, “1.100.000 euro per difendersi dalle piene dell’Astichello”

di admin
Continuano i molti interventi che la Regione sta predisponendo nel territorio vicentino per mettere al riparo le popolazioni dalle conseguenze di possibili nuove alluvioni. Diverse sono le opere di riparazione dei danni subiti, ma anche le nuove opere strutturali per la salvaguardia idraulica della città di Vicenza che hanno comportato il rialzo degli argini del…

“Quelle più impegnativi riguardano i bacini di laminazione – ricorda l’assessore regionale alla difesa del suolo Gianpaolo Bottacin – ma abbiamo attivato tramite i nostri uffici del Genio Civile anche diverse opere minori, che sono però ugualmente importanti. Tra queste c’è sicuramente il progetto di sistemazione idraulica del fiume Astichello tra il Comune di Vicenza e quello di Monticello Conte Otto, che abbiamo finanziato con un importo di 1.100.000 euro. All’interno di tale progetto abbiamo infatti reso esecutivi interventi volti a difendere dalle piene del fiume nuclei abitativi e insediamenti produttivi presenti lungo il corso d’acqua in aree soggiacenti alla quota di massima piena, mantenendo inalterata la situazione idraulica generale del corso d’acqua”. Tale intervento prevede l’esecuzione di nuove arginature in terra vegetale in quattro zone distinte della città: Strada Marosticana, Strada Molini, località San Vito e parco Astichello.


“Attualmente i lavori sono quasi ultimati in Strada Marosticana e a San Vito”, dettaglia Bottacin. “Partiranno invece a giorni quelli in località Parco Astichello e per l’estate è previsto il completamento delle opere che, in aggiunta a quelle già ultimate negli anni scorsi in centro città a Parco Querini, garantiranno la sicurezza idraulica dell’intera asta dell’Astichello”.


“La realizzazione di questi interventi lungo l’Astichello – conclude l’assessore – contribuirà sensibilmente alla messa in sicurezza delle aree urbane interessate dai fenomeni di esondazione, senza comportare un aumento dei volumi fluenti verso valle nel corso d’acqua. Inoltre tali opere coniugano le esigenze idrauliche con quelle urbanistiche, contribuendo in modo significativo al progetto di realizzazione del Parco dell’Astichello, redatto dal Comune di Vicenza, con la creazione di una pista ciclabile lungo le arginature del corso d’acqua”.

Condividi ora!