Firmata convenzione tra Comune di Verona, Unicredit SPA, Banco BPM SPA e Cromsource per Smart Working in occasione del Vinitaly

di admin
Promuovere il welfare aziendale, migliorare la qualità della vita dei lavoratori e sperimentare azioni volte alla sostenibilità del territorio. Questi, in sintesi, gli obiettivi dell’accordo siglato oggi tra Comune di Verona, Unicredit S.p.A., Banco BPM S.p.A. e Cromsource – azienda operante in ambito scientifico-farmaceutico- che, in occasione di Vinitaly, attiveranno una formula sperimentale di smart…

“Un’iniziativa sperimentale – ha spiegato Mastroianni – in quanto promossa da un limitato numero di aziende e per un periodo di tempo circoscritto. L’auspicio è che l’utilizzo di forme di lavoro agile diventi uno strumento sempre più comune all’interno della flessibilità organizzativa delle aziende, con vantaggi economici e sociali. Ringrazio le società che hanno aderito alla convenzione – ha aggiunto il direttore generale – perché attraverso lo smart working contribuiscono ad alleggerire il traffico veicolare in zona Fiera nelle giornate del Vinitaly, rassegna che richiama migliaia di espositori e centinai di migliaia di visitatori”.
Circa 100 i dipendenti di Unicredit che l’11 aprile eviteranno di raggiungere la nuova sede all’interno degli ex Magazzini Generali, a cui si aggiungo gli altri circa 200 lavoratori del Banco BPM e gli 80 di Cromsource che nella stessa giornata usufruiranno dello smart working.

Condividi ora!