“Calici di Stelle” fra storia, arte, colline e vigneti del “Soave”.

di admin
A Colognola i Colli, nelle serate del 5 e del 6 agosto 2016; a Monteforte d’Alpone, dal 6 al 7 prossimi.


Quando si parla di vino Soave, si pensa, ovviamente e, quasi giustamente, al succo dell’uva proveniente esclusivamente da Soave, Verona, e dai suoi immediati dintorni. Realtà è che anche altri terroirs offrono la possibilità di coltivare viti “Soave” – nelle vicinanze di quella Soave, dove opera la nota Strada del Vino Soave,www.stradadelvinosoave.com, tel.: 045.7681407, guidata da Paolo Menapace – come è il caso di Colognola ai Colli e di Monteforte d’Alpone. E si tratta, in tal senso, di parte dell’ampio territorio, noto come Est veronese, dove l’uva-base dei vini dei citati terroirs è pur sempre la bionda Gargànega, con la differenza, che i vini dei detti vari territori, avranno sapori diversi, a seconda dei terreni, nei quali prosperano le viti. Ecco: tali sapori si potranno gustare ed apprezzare in occasione della manifestazione enologica “Calici di stelle”, che, in due momenti diversi – vedi il titolo di queste considerazioni – si terranno rispettivamente a Colognola ai Colli, a cura di quella Pro Loco, presieduta da Alfonso Avogaro, tel. 347-8599701, e a Monteforte d’Alpone, tel.: 392-0508139, dove si potranno degustare – in ambienti eccezionali – non solo il brillante Soave DOC, nelle sue importanti varianti, ma, anche il Valpolicella (della zona ampliata), il Reciòto di Soave ed il Reciòto Valpolicella. Più di così… Le due manifestazioni inizieranno verso le ore 19,30.
Pierantonio Braggio

Condividi ora!